ABRUZZO ECONOMY SUMMIT, SOSPIRI: “GRANDE REGIONE INDUSTRIALE, APERTI GRANDI TEMI PER SVILUPPO”

2 Dicembre 2022 15:04

Regione - Economia, Politica

PESCARA – “Il potenziamento dei porti di Pescara e di Ortona, la nascita di un grande Centro di Ricerca Applicata nell’area dell’ex Cofa e, infine, gli investimenti, anche in termini di risorse, per far sì che l’Abruzzo resti una grande Regione Industriale. Sono questi i temi aperti nel 2022 che vedranno uno sviluppo importante nel 2023 e che abbiamo portato sul tavolo di confronto nella seconda edizione di Abruzzo Economy, quale risultato da sottoporre all’attenzione del nostro mondo imprenditoriale, ma anche per ascoltare suggerimenti e critiche”.





Lo ha detto il presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri aprendo oggi i lavori della seconda giornata di Abruzzo Economy al PalaBecci.

“La seconda edizione dell’evento – ha detto il presidente Sospiri – ci offre l’occasione per tracciare un piccolo bilancio dell’ultimo anno. Credo che nel 2022 la Regione abbia colto degli obiettivi importanti smentendo il vezzo italico della narrazione sempre in negativo. A partire dallo sviluppo della nostra portualità: su Pescara non sono solo in corso i lavori del primo lotto per il porto canale, ma sono stati appaltati i lavori anche per il secondo lotto, e a giorni partiranno anche i lavori del porto di Ortona, il nostro porto industriale, dove è previsto anche il dragaggio. E quest’anno abbiamo portato avanti anche importanti dibattiti su altre grandi infrastrutture, come la terza corsia adriatica della ferrovia, abbiamo ottenuto un importante finanziamento per far sorgere un grande Centro di Ricerca applicata all’ex Cofa”.





“Credo che la Regione Abruzzo stia viaggiando sulla giusta strada di sviluppo e, come ha ribadito più volte il nostro assessore alle attività economiche, l’Abruzzo comunque deve rimanere una grande regione industriale, pur essendo la regione verde d’Europa, dunque uno dei temi più importanti che dovremo affrontare nel 2023 è quello inerente all’individuazione delle misure utili per rafforzare i nostri presidi industriali”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: