ABRUZZO ECONOMY SUMMIT: TRIOLO (CNA IMPRESA DONNA), “L’IMPORTANZA DELL’IMPRENDITORIA FEMMINILE”

17 Settembre 2023 15:17

Italia - Cronaca, Economia, Lavoro

PESCARA – “Il vento soffia a favore delle donne, non sprechiamo le occasioni e soprattutto non ne freniamo, la corsa. Per le donne imprenditrici della Cna la via maestra verso la parità di genere non può che passare per la promozione della cultura del lavoro e in particolare dell’auto-imprenditorialità”.

Parla chiaro Mariella Triolo, presidente nazionale di Cna Impresa Donna, che all’Abruzzo Economy Summit, in programma giovedì e venerdì prossimi all’Aurum di Pescara, interverrà su “Pnrr, imprenditoria femminile e work life balance”.

“Produrre e riprodurre qualità della vita è un bene primario alla base di ogni collettività civile – spiega -. Auspico che si possa andare verso un welfare per tutti e dappertutto accessibile, indipendentemente dalla condizione sociale familiare e professionale, pur tenendo conto della progressività di contribuzione calibrata ai redditi degli accedenti: sostanzialmente accessibile per chi ne ha bisogno, da contribuire secondo logiche di progressività equilibrata”.

Guarda alle condizioni più difficili la leader di Cna Impresa Donna, alle esigenze delle famiglie con minori e anziani: per loro, “oltre ad aumentare la rete di servizi di supporto alla famiglia, andrebbe introdotta anche una misura che consenta il recupero in dichiarazione dei redditi del costo sostenuto dalle famiglie per l’acquisto di questi servizi”.





“È importante ricordare che il welfare crea occupazione – aggiunge Triolo – dunque economia, e non può più essere considerato una necessità solo al femminile, ma piuttosto un elemento cardine del nostro modello sociale e di sviluppo”.

Secondo l’ultima classifica 2022 dell’Ocse, l’Italia è al primo posto nella classifica mondiale dei Paesi che garantiscono un ottimo equilibrio tra vita professionale e vita privata, ma il rapporto considera come indicatori principali le ore di lavoro e i momenti dedicati al tempo libero. A un’analisi più approfondita, invece, conferma che in Italia il numero dei lavoratori impegnati 50 o più ore a settimana sia solo il 3 per cento, contro la media degli altri paesi dell’Ocse che è invece del 10 per cento”.

“Tra le Pmi del nostro Paese, esistono realtà virtuose, che pongono da sempre grande attenzione al valore delle persone e al loro benessere psico-fisico – sottolinea Triolo -. Alcune, prima di altre hanno avuto la grande intuizione, poi confermata dai dati statistici, che investire nel capitale umano è una scelta che ripaga sempre perché capace di innescare circoli virtuosi di crescita umana e professionale. Tuttavia, non mancano le difficoltà. In primis, in merito alla conciliazione e al welfare: abbiamo ben chiaro quanto le esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro incidano sul livello di problematicità delle imprese femminili”.

L’Abruzzo è al primo posto in Italia per incidenza delle imprese femminili nell’artigianato, con un’attività su cinque a guida femminile, ed è al terzo posto per numero complessivo di imprese femminili: 38.473 unità, pari al 25,7 per cento del totale.

“Le province di Chieti e Pescara si caratterizzano per un’interessante presenza di imprese femminili nel tessuto produttivo – spiega ancora – delineando una vocazione economico-culturale caratteristica dell’Appennino centro meridionale che evidentemente va oltre le necessità di autoimpiego”.





La provincia di Chieti continua ad essere la prima realtà regionale per numero di imprese femminili con 12.453 imprese registrate (28,2 per cento delle imprese totali), seguita dalla provincia di Teramo (9.087 imprese, il 24,8 per cento), da quella di Pescara (8.655, il 23,5 per cento) e, per ultimo, da quella dell’Aquila (7.500 imprese, il 24,5 per cento).

Quella della presidente di Cna Impresa Donna non sarà l’unica voce al femminile dell’Abruzzo Economy Summit: nella due giorni ci saranno anche Ivana Veronese (segretaria confederale Uil), Silvia Romanelli (partner di BonelliErede) e Alessandra Ricci (amministratore delegato di Sace).

Abruzzo Economy Summit, nasce daun’idea dell’agenzia di comunicazione Mirus promossa dalla Regione Abruzzo con la media partnership de Il Sole 24 Ore.L’appuntamento, alla sua terza edizione, è a Pescara, giovedì 21 e venerdì 22 settembre, la sede di incontro sarà l’Aurum.

L’evento è realizzato con il patrocinio di Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Confindustria Chieti-Pescara, Comune di Pescara, Ordine dei Dottori Commercialisti di Pescara e Confimi Industria Abruzzo.

Tutte le informazioni per partecipare all’Abruzzo Economy Summit sono disponibili online sul sito www.abruzzoeconomysummit.it

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: