ABRUZZO IN SALUTE: UN POLIAMBULATORIO MOBILE A PIANELLA, “SCREENING E VISITE SU CAMPER ATTREZZATO”

10 Gennaio 2024 19:15

Pescara - Sanità

PESCARA – Un’ iniziativa “pilota” finanziata dalla Regione Abruzzo con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) con la finalità di portare i servizi sanitari di prossimità, attraverso le cosiddette “Case della Salute mobili”, nei Comuni più piccoli come nei centri maggiori.

Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, e l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, sono intervenuti, questo pomeriggio, a Pianella, in piazza Caduti di Nassirya, dove, da due giorni, è operativo il poliambulatorio mobile di “Abruzzo in salute”. In Abruzzo, sono oltre 200 i territori comunali interessati da questo progetto.

Erano presenti, tra gli altri, il direttore generale della Asl di Pescara, Vero Michitelli, ed il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri.





Il poliambulatorio mobile è attrezzato con diversi ambulatori, servizi igienici e attrezzature diagnostiche di ultima generazione. Gli abitanti delle località raggiunte dal camper della salute possono eseguire gratuitamente e senza impegnativa una serie di prestazioni sanitarie volte, in particolare, alla prevenzione dei tumori. Ci si può sottoporre con apparecchiature all’avanguardia a screening mammografico (mammografia), a screening del colon retto (consegna del kit di prelievo), della cervice uterina (Pap/Hpv Test), visita dermatologica e mappatura dei nei, spirometria, visita cardiologica.

Il progetto “Case della Salute mobili in Abruzzo” va letto sia nell’ottica di fornire una risposta al problema delle liste di attesa che in quella di migliorare l’accesso alle cure sanitarie in tutto il territorio regionale. Si tratta di un’opportunità per accedere a cure sanitarie senza dover affrontare lunghi viaggi, particolarmente utile per le persone anziane, con disabilità o con difficoltà di mobilità.

L’investimento complessivo è stato di 5 milioni di euro in tre anni.

Le quattro Asl regionali, che hanno organizzato itinerari e prestazioni, secondo le indicazioni fornite dell’Assessorato regionale alla Salute, hanno allestito “case della salute mobili” attrezzate con ambulatori, sale d’attesa per i pazienti, oltre a strumentazioni diagnostiche che stanno consentendo a migliaia di cittadini abruzzesi di effettuare visite ed esami.





“È un progetto di cui andare fieri – ha esordito il presidente Marco Marsilio – anche perché l’Abruzzo è tra le poche Regioni ad aver utilizzato i fondi del Pnrr per questo genere di attività. Con un mezzo mobile, attrezzato per la diagnostica e la prevenzione, stiamo raggiungendo tantissime persone. Offrendo loro servizi sanitari a due passi da casa, li stiamo dotando di un utilissimo strumento di prevenzione. Del resto, – ha concluso – in questo modo, da un lato incideremo positivamente sulle liste di attesa e dall’altro incentiviamo screening mirati a prevenire le malattie”.

Tra i servizi principali ci sono quelli legati alla prevenzione, con gli screening per il tumore della mammella, del colon retto e della cervice uterina (compresi i pap test ed i test per il papilloma virus). Ma nelle strutture saranno effettuate anche la mappatura dei nei, la misurazione glicemica, accertamenti cardiologici e pneumologici.

“Qui a Pianella – ha sottolineato l’assessore Verì – abbiamo registrato una frequenza di 100 persone al giorno che eseguono screening ed indagini diagnostiche. Si tratta di un autentico esempio di sanità di prossimità che non proseguirà solo nei prossimi due anni ma l’intenzione è di riproporlo anche nelle stagioni successive poiché questo modello di sanità territoriale – ha concluso – non solo riesce a fornire risposte immediate ai pazienti ma, qualora sia necessario, li accompagna anche in percorsi assistenziali di appropriatezza e quindi di vera presa in carico”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: