ABRUZZO IN ZONA BIANCA: RIAPRONO LE SALE DA GIOCO

10 Giugno 2021 18:48

Con il passaggio in zona bianca ci sarà una boccata d’ossigeno non indifferente per la maggior parte delle attività. Nella fattispecie, dopo oltre 330 giorni di blocco totale, riapriranno tutte le attività legate alle scommesse e al gioco legale.

Si tratta di una notizia molto positiva, visto e considerato che questo settore è stato letteralmente tartassato durante questi mesi e non ha mai trovato sbocchi concreti. Ora la bella notizia.

Aperture in tutta Italia

L’Abruzzo fa parte di quelle Regioni che hanno potuto finalmente passare di colore e andare incontro alla ripresa vera e propria. Consideriamo che soltanto con il gioco sono, in tutta Italia, migliaia e migliaia gli imprenditori coinvolti, i quali avevano l’acqua alla gola. Un danno economico enorme, che ha visto coinvolto anche lo Stato: come vedremo di seguito, infatti, il gioco legale bloccato non ha soltanto portato all’aumento delle scommesse clandestine, ma anche a degli ammanchi enormi nelle casse erariali.

Per quanto riguarda l’Abruzzo, l’apertura vedrà protagoniste 312 sale scommesse, 6 sale bingo e 148 sale dedicate al gioco in generale. Si tratta di una notizia davvero molto positiva.

L’online la fa da padrone

In quest’ultimo anno circa abbiamo assistito ad una serie di cambiamenti radicali per quanto riguarda questo settore economico. Basti considerare il fatto che grazie alle chiusure che il Governo ha dovuto portare avanti, da un lato si è bloccato l’intero settore legato alle scommesse in loco, dall’altro si è potuti assistere ad un boom senza precedenti del gioco online.

Sono nati tantissimi nuovi siti scommesse, i quali hanno visto una crescita esponenziale dell’utenza e degli introiti effettivi. Basti pensare che si parla di una crescita di oltre il 40% rispetto all’anno pre Covid. Ovviamente, il processo di diffusione ed evoluzione del settore, sotto un punto di vista tecnologico, era già ampiamente cominciato prima dell’emergenza sanitaria. Ma sicuramente c’è stata un’accelerata pazzesca a causa della pandemia.

Oggi come oggi è possibile giocare a giochi online in qualsiasi momento e con qualsiasi device che permetta di collegarsi ad internet. Qualcosa che fino a pochi anni fa poteva sembrare fondamentalmente impensabile. Ecco perché con l’aumentare della presenza online di questi siti, sono aumentati anche i servizi che sono stati messi a disposizione dell’utenza.

Un settore dimenticato

Il settore del gioco legale è stato essenzialmente dimenticato per mesi. E come anticipato, ciò ha avuto ripercussioni serie non soltanto per gli imprenditori attivi nel settore, ma anche per lo Stato: si parla di oltre 5 miliardi di euro che non sono entrati nelle casse erariali. D’altronde, il gioco rappresenta circa l’1% del PIL del nostro Paese. Oltretutto, va considerato anche il fatto che si sia assistito ad una crescita esponenziale del gioco illegale. Soltanto nello scorso anno sono state arrestate oltre 1200 persone per attività illecite legate alle scommesse. Un numero che è cresciuto sicuramente nel corso di questi mesi del 2021, e che è enormemente maggiore rispetto agli altri anni: si parla di un aumento dei casi del 250%.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: