ABRUZZO REGIONE BENESSERE: DIONISIO, “A BREVE SCELTA LOGO , 70 PROPOSTE ARRIVATE, TUTTE ECCELLENTI”

17 Maggio 2021 14:06

TERAMO – “A breve sarà scelto il logo identificativo del grande progetto Abruzzo regione del benessere, tra 70 pregevoli proposte grafiche, arrivate a seguito del nostro concorso di idee”.

Lo ha annunciato l’avvocato aquilano Maurizio Dionisio, direttore generale dell’Agenzia regionale tutela ambientale (Arta) soggetto attuatore del progetto multidisciplinare di Abruzzo regione del Benessere, approvato per i suoi primi step in sede dell’ultima legge di Bilancio regionale su iniziativa dell’assessore Pietro Quaresimale, della Lega.

L’Arta da una settimana, a sottolineare una vocazione più ampia rispetto a quella rivestita finora, ha cambiato il suo nome aggiungendo alla precedente dicitura anche “per la transizione ecologica”.

Partner istituzionale dell’Arta è a sua volta l’università di Teramo, che sarà sede per la provincia delle articolazioni territoriali dell’attuazione del progetto Abruzzo regione del benessere, come illustrato oggi in conferenza stampa proprio nel rettorato dell’Ateneo, a cui oltre a Dionisio hanno partecipato l’avvocato ed ex consigliere regionale Benigno D’Orazio, consulente della Lega, e coordinatore del progetto, l’assessore Quaresimale, il rettore dell’Università di Teramo, Dino Mastrocola, il preside della Facoltà di Scienze della comunicazione, Christian Corsi, il direttore amministrativa Arta, Raimondo Micheli, il direttore generale della Asl di Teramo, Maurizio di Giosia, il presidente dell’Ater di Teramo, Maria Ceci.

L’Arta ha lanciato attraverso il suo sito internet un concorso di idee per l’elemento grafico identificativo delle attività che meriteranno di fregiarsi del brand Abruzzo regione del benessere.

“Hanno partecipato ben 70 grafici – aggiorna Dionisio -, con proposte tutte validissime.  Una commissione composta da professori dell’Accademia delle belle Arti dell’Aquila, specializzati nel design. A breve farà la sua scelta. Il logo darà la possibilità di identificare con un marchio distintivo, in  un ottica più ampia del marchio europeo Ecolabel, focalizzato sulle prestazioni ambientali, tutte le attività che saranno previsti nei disciplinari e nella filosofia di Abruzzo regione del benessere”

Per quanto riguarda il cambiamento di nome, deciso da circa una settimana, Dionisio tiene a sottolineare che, “l’acronimo resterà uguale, Arta, ma la nostra agenzia, nel suo nome per esteso si potrà fregiare, unico caso in Italia, anche della sottolineatura del voler essere protagonista della transizione ecologica, che è al centro del resto delle politiche nazionali dei prossimi anni a valere sui fondi europei del recovery plan, vera. Non un mero mutamento di nomen iuris, formale, ma di sostanza: sottesa c’è una nuova visione dell’agenzia regionale, che troppo spesso sofferto di una dimensione meramente laboratoristica adesso iniziamo ad essere dispensatori di servizi complessi”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: