BRAND ABRUZZO REGIONE DEL BENESSERE, LEGA: ’17 MLN PER MONTAGNA PASSO IN AVANTI’

20 Maggio 2021 12:55

L’AQUILA – “I 17 milioni di euro per la montagna abruzzese stanziati nel decreto Sostegni bis, grazie all’impegno della Lega, di fatto rappresentano un passo in avanti del grande progetto di Abruzzo regione del Benessere, che ha tra i suoi punti qualificanti anche le aree interne e il turismo sostenibile”.

Lo ha detto nella conferenza stampa di oggi a L’Aquila l’ex consigliere regionale Benigno D’Orazio, consulente legale Gruppo Lega Salvini Premier, coordinatore del progetto “Abruzzo regione del Benessere”.

Sono intervenuti in conferenza stampa Maurizio Dionisio, presidente Agenzia regionale tutela ambientale, ente attuatore del progetto, i leghisti Vincenzo D’Incecco, capogruppo, in consiglio regionale, Emiliano Di Matteo, consigliere regionale e vice coordinatore regionale, Fabrizia Aquilio, assessore al Comune dell’Aquila con delega al Turismo.

Quello di Abruzzo regione del benessere è uno dei progetto centrali nell’azione del governo regionale di centrodestra  che si svilupperà attraverso una pluralità di azioni volte al miglioramento della qualità della vita della comunità e dei cittadini a livello regionale, dalla prevenzione sanitaria all’educazione alimentare, passando per la qualità ambientale, la riqualificazione del territorio a rischio marginalizzazione economica e demografica. per arrivare ad un nuovo brand turistico, basata sull’esperienzialità, la valorizzazione delle tipicità storico-culturali. Progetto entrato nel vivo a seguito  dell’approvazione dello specifico programma, finanziato con 500mila euro, per il primo step, nella finanziaria 2020 della Regione Abruzzo, su iniziativa dell’assessore con delega alla Formazione, il leghista Pietro Quaresimale.

Soggetto attuatore del progetto è l’Arta, che ha già lanciato un concorso di idee per il logo, aspetto centrale del che a sua volta ha  scelto l’Università di Teramo come partner istituzionale e centro operativo per la provincia teramana, mentre a Chieti, è stato anticipato oggi, la sede la metterà a disposizione l’Arta,  per le altre due province sono in corso interlocuzioni con le amministrazioni comunali di Pescara e L’Aquila.

Il riferimento di D’Orazio è agli 9,8 milioni per sostenere gli impianti di risalita, 1,7 per maestri di sci e scuole di sci, più altri 5,9 milioni per le imprese turistiche danneggiate dai divieti, “ottenuti “grazie all’impegno del nostro leader Matteo Salvini,  e del responsabile del Turismo Massimo Garavaglia“, è stato sottolineato in conferenza stampa.

D’Orazio va però oltre: “In Abruzzo assistiamo a varie iniziative sul turismo, ma senza una strategia unica. il nostro progetto vuole fare la sintesi e coordinamento, in una visione di insieme. Ad esempio il ruolo delle Asl, della parte sanitaria, non si può pensare di fare turismo nel post covid, senza puntare sulla prevenzione. Il nostro programma prevede decine di azioni, nella consapevolezza che tutti gli assessorati regionali ed altri attori remeranno nella stessa direzione: la parola benessere dovrà essere la parola che dovrà connotare la nostra regione, il vero brand”.

“Questo percorso è stato avviato già dalla finanziaria 2019 e ha visto l’approvazione di una norma doc la finanziaria del 2020 – ha ricordato D’Incecco – Ed ora proseguiamo lungo questa strada: per quanto riguarda il turismo montano ai 17 milioni di euro ottenuti grazie alla Lega e al senatore Salvini, la regione ha aggiunto e aggiungerà altri tasselli. Non dimenticando ovviamente anche il turismo del mare.  Nella direzione dell’affermazione del brand Abruzzo regione del benessere non può che creare entusiasmo l’ottenimento di ben 13 bandiere blu, un record, di cui due meritate da due splendidi laghi”.

Dionisio da parte sua ha confermato che “si sta scatenando sinergia tra giunta e consiglio regionale intorno a questa norma. Ed è una novità posso dirlo avendo già ricoperto il ruolo di vertice dell’arte negli anni 2000”.

Di Matteo ho ricordato che “quella di Abruzzo regione del benessere è una legge ‘cornice’, che impone di focalizzare tutte le azioni verso la costruzione di un brand improntato sulla qualità della vita, in tutti i suoi aspetti. La tragica esperienza del covid-19 ha offerto una opportunità all’Abruzzo: una regione con poca densità abitativa e a grandi spazi di elevata qualità ambientale. Ideale per una proposta da formulare nel post pandemia, dopo i divieti di assembramento e la necessità di garantire il distanziamento fisico”.

Infine Aquilio ha sottolineato che “questo progetto rappresenta una grande opportunità per il territorio Aquilano e in generale per le aree interne ovvero per il sistema di borghi che insistono in un ambiente intatto da valorizzare. Importante anche con la collaborazione dell’università dell’Aquila di puntare sullo sport la prevenzione è su una formazione molto dettagliata e mirata”.

“Il sistema Abruzzo segna un cambio di passo nell’azione del governo regionale e si concretizzerà anche grazie ai 17 milioni destinati alle montagne abruzzesi – il commento del deputato Luigi D’Eramo, coordinatore regionale della Lega – Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto, non vogliamo che le nostre leggi rimangano vuoti proclami come nel passato remoto di altri governi, ma progetti concreti che debbono trovare nel bilancio regionale adeguata copertura ed idonea previsione finanziaria grazie, soprattutto, ai fondi riservati dal governo nazionale alla nostra regione. Questo sarà il nostro metodo e spiega il motivo per cui la Lega è al governo, per ricostruire il Paese e non per interessi di partito”, conclude l’esponente della Lega.

LA DIRETTA

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. blank
    ABRUZZO REGIONE DEL BENESSERE, D’ERAMO: “17 MILIONI PER LE NOSTRE MONTAGNE, CAMBIO DI PASSO”
    L'AQUILA - "Il sistema Abruzzo segna un cambio di passo nell'azione del governo regionale e si concretizzerà anche grazie ai 17 milioni destinati all...
Articolo

Ti potrebbe interessare: