ABUSI SU MINORI, INDAGATO PROFESSIONISTA DI AVEZZANO: NELLO STUDIO NUMEROSI FILE INFORMATICI

12 Novembre 2021 08:49

L'Aquila - Cronaca

AVEZZANO – Una presunta rete di pedoponografia ha portato fino alla Marsica, in particolare nello studio di un professionista di Avezzano.

La scoperta della polizia postale si inserisce nell’ambito di una più ampia indagine che interessa diversi territori del Paese. L’operazione, finalizzata al contrasto della pedopornografia, anche online, è coordinata dalla procura distrettuale dell’Aquila, sotto la direzione del sostituto Roberta D’Avolio.

Gli agenti della sezione della polizia postale e comunicazioni dell’Aquila e di Pescara, in collaborazione con il personale del commissariato di Avezzano, spiega Il Centro, hanno sequestrato del materiale informatico in un edificio che si trova a pochi chilometri da Avezzano, di proprietà del professionista, impegnato dell’ambito del settore legale. Sono stati sequestrati dalla polizia di Stato hard disk con numerosi file sospetti, ma anche supporti informatici di vario tipo.

L’obiettivo degli investigatori è quello di ricostruire la rete di rapporti tra cittadini residenti in varie regioni che, secondo le indagini, detenevano e scambiavano su internet foto e video ritraenti atti sessuali tra adulti e minori, violenze sessuali subite da bambini, e talvolta anche contenuti pedopornografici realizzati in danno di bambini molto piccoli.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: