AGENZIA REGIONALE INFORMATICA: PETTINARI, ‘CON CENTRODESTRA COSTI AUMENTATI’

11 Ottobre 2019 13:52

L'AQUILA – Il vice presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari replica alle dichiarazioni del Presidente della Giunta Marco Marsilio in merito alle nomine per l’Aric, l’Agenzia regionale informatica e committenza. 

“È giusto ristabilire la verità – afferma Pettinari – perché non sono certo io ad aver preso una cantonata. Prima dell’intervento del governatore Marco Marsilio e della giunta di centrodestra, infatti, l’Aric aveva la figura di un dirigente regionale a ricoprire il ruolo vacante del direttore dell’agenzia, a costo zero e così, ritengo, sarebbe dovuto rimanere”. 






“A oggi però – prosegue il Vice Presidente del Consiglio regionale – le cose sono cambiate completamente a seguito di due delibere di giunta a dir poco confusionarie. Con la prima è stata introdotta la figura del commissario, in casi di assenza e impedimento del direttore generale, con un’indennità pari al 50% di quanto percepito dal direttore generale e poi, con una seconda delibera, sono stati istituiti 2 sub commissari che andranno a percepire un indennizzo pari al 40% rispetto a quello del direttore generale. Vorrei ricordare a Marco Marsilio, smentito dai fatti, che prima di lui queste figure non esistevano e quindi la Regione non sosteneva ulteriori costi. Tra l’altro – prosegue  Pettinari- precedentemente le funzioni del direttore generale dell’Aric venivano svolte da un dirigente regionale senza ulteriori aggravi né per l’amministrazione regionale né tantomeno per l’Agenzia stessa; è evidente che Marsilio e la sua giunta abbiano introdotti ulteriori costi. Infine, vorrei invitare il Presidente a occuparsi meno di poltrone e nomine concentrandosi maggiormente sull’attività dell’Aric che per il sistema regionale dovrebbe ricoprire un ruolo prioritario e strategico, in quanto centrale unica di committenza oltre che agenzia per l’informatica. Stiamo parlando di una struttura che oggi funziona al 5% rispetto a quanto potrebbe e dovrebbe fare”. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!