AL VIA TERZE DOSI OVER 40, PRESSING SUPER GREEN PASS. IN ABRUZZO NUMERI ANCORA DA ZONA BIANCA

IN REGIONE 198 NUOVI POSITIVI, 73 A TERAMO. 14 GUARITI E NESSUN DECESSO REGISTRATO. EPIDEMIOLOGI PREVEDONO TRA DUE SETTIMANA CRESCITA POSTIVI, OLTRE SOGLIA ZONA GIALLA, MA PER ORA POCHI RICOVERI

22 Novembre 2021 09:19

Pescara: Abruzzo

L’AQUILA – Al via oggi anche in Abruzzo a partire dalle ore 10  la prenotazione per la terza dose dei vaccini a chi ha più di 40 anni, riservata però a chi ha ricevuto la seconda dose o il monodose da almeno 6 mesi. attraverso il portale https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/, inserendo il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria. Sarà possibile procedere alla prenotazione anche contattando il numero verde 800.00.99.66, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, utilizzando uno dei 270 sportelli Postamat attivi in Abruzzo o attraverso i 630 portalettere in servizio, che possono prenotare la vaccinazione attraverso i palmari.

Sale intanto il pressing di regioni e scienziati sul Governo per accelerare sul green pass rafforzato, ovvero per chi non si vaccina, e non basterà più fare il tampone, molecolare o antigenico, ingresso vietato nei ristoranti, nei bar, nei cinema, negli stadi, nelle discoteche e nelle palestre, ma solo se cambia la fascia di colore della Regione. Si parla anche di limitare l’accesso sui mezzi pubblici.

Resterebbe valido il Green pass ottenibile tramite tampone, utilizzato invece solo per andare a lavorare e per attività essenziali.

Palazzo Chigi ha avviato l’istruttoria, un percorso che comincia oggi e che, in questa settimana, sarà caratterizzato da riunioni di carattere tecnico e politico.

Le regioni, si ipotizza in ambienti di governo, potrebbero essere convocate a Palazzo Chigi da martedì in poi. Successivamente sono previste la cabina di regia e poi il cdm che dovrà decidere la sintesi finale, una sintesi che potrebbe arrivare in via definitiva anche la settimana prossima.

In Abruzzo, in base al bollettino di ieri sono 198 nuovi positivi, nessun deceduto, mentre sono 14 i nuovi guariti. Sono 88 ricoverati in area medica (+1), 8 in terapia intensiva (-1), 3.621 in isolamento domiciliare (+194).

I nuovi positivi residenti in provincia dell’Aquila sono 63, a Chieti 30, a Pescara 27, a Teramo 73; sono 5 quelli che provengono da fuori regione o in accertamento.

Secondo le previsioni dell’Associazione italiana di epidemiologia l’impennata di casi in Abruzzo è destinata a crescere ancora, ma meno che nel resto d’Italia, con la ragionevole certezza che la regione resterà in zona bianca nel periodo natalizio, anche se si prevede tra due settimane 164 contagi  ogni 100mila abitanti, numeri da zona gialla, ma ad essere determinante per il passaggio di colori è  quella del tasso di occupazione dei posti letto nei reparti di area medica sotto il 15% ed ora è  al 6.6%, e il 10% dei posti letto occupati in terapia intensiva, oggi al 4,4%.

Situazione invece molto critica nella provincia autonoma di Bolzano, che secondo le previsioni raggiungerà l’incidenza di 1.267, in  Friuli Venezia Giulia e  Valle d’Aosta, Liguria, Veneto, tutte regioni con numeri di positivi da zona rossa.

In Italia, in base all’ultimo bollettino quotidiano del ministero della Salute risultano 9.709 i positivi ai test Covid, il giorno precedente erano stati 11.555. Sono invece 46 le vittime in un giorno.

Sono 487.109 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso di positività è al 2%, stabile rispetto a ieri. Sono invece 520 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 8 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 35. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.345, ovvero 95 in più rispetto a ieri.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: