ALBA ADRIATICA: SCOPERTE EVASIONI DAI DOMICILIARI, E ARRESTO DI UN PREGIUDICATO

19 Ottobre 2022 09:09

Teramo - Cronaca

L’AQUILA – Negli ultimi due giorni i  carabinieri di Alba Adriatica hanno infatti svolto controlli a tappeto nei confronti di individui pregiudicati domiciliati nella giurisdizione, arrestando tre individui.





A Sant’Omero, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un soggetto  che era appena evaso dalla sua abitazione di Civitella del Tronto, dove si trovava ristretto agli arresti domiciliari per aver commesso reati contro il patrimonio. L’uomo, noto agli operanti per i suoi trascorsi con la Giustizia, è stato notato alla fermata dell’autobus ed è quindi stato immediatamente bloccato.

A Campli, nella mattinata odierna, i militari della locale Stazione hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Fermo nei confronti di un pregiudicato del luogo. L’uomo dovrà scontare una pena coercitiva di due anni in regime di detenzione domiciliare per aver commesso reati concernenti lo spaccio di stupefacenti.





A Sant’Egidio alla Vibrata, nel pomeriggio odierno, i Carabinieri della locale Stazione hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Teramo nei confronti di un pregiudicato, già sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Civitella del Tronto per una rissa avvenuta la scorsa estate nel centro vibratino. La misura cautelare carceraria è scaturita in seguito all’accertamento, da parte degli stessi militari, di reiterate violazione da parte dell’indagato della misura cautelare in atto.

Nel corso delle attività sono stati in particolare attenzionati i soggetti sottoposti a misure restrittive nelle proprie abitazioni al fine di verificare l’osservanza delle imposizioni stabilite dall’A.G.  I controlli inoltre sono stati estesi a personaggi estranei al territorio e gravati da precedenti penali e di polizia sul conto dei quali sarà avviata la procedura per il Foglio di Via Obbligatorio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: