ALFASIGMA ALANNO: MARSILIO ALL’INAUGURAZIONE DEL REPARTO STERILE 4

18 Novembre 2022 15:33

Pescara - Cronaca, Gallerie Fotografiche

PESCARA – Un centro tecnologico all’avanguardia, realizzato grazie ad un investimento di circa 15 milioni di euro, che si innesta in un più ampio piano di sviluppo ed investimento produttivo.

Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, è intervenuto, questa mattina, all’inaugurazione del nuovo reparto sterile 4 nello stabilimento di Alanno (Pescara) della società farmaceutica Alfasigma.

Il reparto Sterile 4 è strategico in termini di business aziendale, sia per la produzione di siringhe pre-riempite che per nuove opportunità nel campo dello sviluppo e della produzione di farmaci “per conto” delle grandi multinazionali del farmaco.

“In anni in cui si è spesso chiamati a date risposte a crisi aziendali – spiega Marsilio in una nota – un investimento importante come questo di Alfasigma va salutato con soddisfazione. Del resto, la feroce globalizzazione ha impoverito soprattutto molte aree dell’Europa Occidentale e quindi anche l’Italia rispetto a competitor di altri Paesi che avanzano sul mercato, talvolta in maniera sleale sia sotto il profilo sociale che ambientale. Invece, in Europa si rispettano le regole sia nell’ambito della ricerca che in termini di sicurezza, esiste una giusta sensibilità nei confronti dell’ambiente ma l’effetto indotto è di rendere meno competitivi i nostri territori”.

Marsilio affronta anche la spinosa questione del Consorzio per lo sviluppo industriale dell’area Chieti-Pescara, nella quale ricade il sito produttivo di Alfasigma ad Alanno, forte di 400 addetti ed una produzione media annua di più di 550 milioni di dosi singole di solidi orali, 82 milioni di iniettabili e oltre 90 mercati serviti.

“Dopo lunghi anni di problematiche e questioni burocratiche e giudiziarie infinite, rispetto alle quali, peraltro, la Regione è estranea in termini di responsabilità diretta – aggiunge Marsilio – anche alla luce delle rassicurazioni ricevute proprio nell’incontro di ieri con il vice ministro per le Infrastrutture, Galeazzo Bignami, sembrano essersi create le premesse per la chiusura di tutti i contenziosi attraverso la messa a disposizione delle necessarie risorse”.

“Questo consentirà all’ARAP di unificare tutte le aree dei consorzi industriali sbloccando, a sua volta, l’empasse in cui si trovano da tempo le aziende operanti nell’area industriale Chieti-Pescara sia a livello di servizi erogati che di quote da trasferire al Consorzio”, conclude.

A fine presentazione la visita nella stabilimento con il taglio del nastro da parte del presidente Marsilio insieme al management dell’azienda che vanta altri tre siti produttivi in Italia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: