AMAZON: PROTESTA INTERNAZIONALE CONTRO JEFF BEZOS, “APPROFITTATORE DELLA PANDEMIA!”

28 Novembre 2020 22:46

WASHINGTON D.C. – “Ieri sera abbiamo proiettato lo slogan #MakeAmazonPay direttamente sulla facciata di casa di Jeff Bezos! Questa è la villa da 23 milioni di dollari a Washington D.C. del miliardario. È ora che Amazon paghi le tasse!”.

Ancora proteste nei confronti di Jeff Bezos, padrone del gigante dell’e-commerce Amazon, gigante pronto a sbarcare anche in Abruzzo con un insediamento industriale.

Un gruppo internazionale di attivisti in materia di climate change insieme con una organizzazione di magazzinieri di Amazon, ha dato il via alla campagna online “Make Amazon Pay” che ha lo scopo di spingere Amazon a realizzare migliori condizioni di lavoro per i propri dipendenti e a ridurre il proprio impatto ambientale.




“Approfittatore della pandemia!”, è stato anche scritto in inglese sulla facciata della mega villa del magnate.

“Amazon é una gigante multinazionale monopolista. Sfrutta i suoi lavoratori e si erge al di sopra di ogni equità fiscale. È ora che paghi le #tasse!”, si legge sulla pagina Twitter ufficiale in lingua italiana di DiEM25, primo movimento paneuropeo progressista.

Lo scorso agosto, mentre festeggiava i 200 miliardi di dollari di patrimonio, sempre durante una protesta, Bezos ha visto spuntare una ghigliottina. (red.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: