ANCHE TOTO IN COREA DEL NORD CON RAZZI, ”IN CERCA D’AFFARI MA MIA GRANA IN ABRUZZO”

18 Agosto 2016 07:30

PESCARA – Nuova missione in Corea del Nord per il senatore di Forza Italia Antonio Razzi, in questi giorni in vacanza in Abruzzo, dove preferisce lasciare la propria “grana”, e in costante contatto con Silvio Berlusconi, “pronto a tornare più forte di prima nonostante l'operazione”, dice.

Il parlamentare eletto per la prima volta in Svizzera tra gli italiani all'estero e oggi espressione del collegio abruzzese guiderà una delegazione che partirà il 26 agosto alla volta di Pyongyang, prima di spostarsi in Mongolia.

Insieme al drappello di parlamentari una serie di imprenditori, tra cui i l'ex deputato Daniele Toto, della famiglia che guida la nota holding delle costruzioni e che ha anche la concessione delle tratte autostradali abruzzesi, per il cui ammodernamento ha presentato un discusso mega progetto da 6 miliardi di euro approvato a pieni voti da Razzi.

“Ci sono sia imprenditori interessati ad investire in Asia che ad attrarre investimenti asiatici da noi”, dice ad AbruzzoWeb, spiegando come farà parte della delegazione anche un rappresentante della Valpescara marmi, società di Manoppello Scalo (Pescara) “che vorrebbe acquistare il marmo dalla Mongolia, dov'è migliore di Massa Carrara e costa meno”.

La missione fa seguito alla visita dell'ambasciatore mongolo in Italia, Shijeekhuu Odonbaatar, nel giugno scorso in Abruzzo accompagnato proprio da Razzi.

​Il senatore, con la consueta dote di autoironia spiega poi che “come diceva Maurizio Crozza la grana la lascio a Pescara, all'estero solo per lavoro!”.





In Corea del Nord “incontreremo tutte le alte cariche dello Stato, dal presidente a molti ministri, mentre in Mongolia, dove l'ambasciatore italiano appena insediatosi ha già fatto il programma, i ministri degli Esteri e del Lavoro e il presidente della Camera, la nostra è la prima delegazione che viene ricevuta dal nuovo governo recentemente eletto”, dice.

“È una bella soddisfazione che ci sia un abruzzese – aggiunge autoincensandosi – la gente fa le chiacchiere mentre io i fatti”.

“Checcé se ne dica è un bel progetto”, dice poi parlando dell'ammodernamento delle autostrade A24 e A25 proposto da Strada dei Parchi, “accorcerà le percorrenze solo di pochi chilometri però darà lavoro a 230mila persone nell'arco degli anni del cantiere e di questi giorni sarebbe una vera manna”.

“Ed è pure a spese loro non degli abruzzesi!”, esclama.

Non smette poi di restare in contatto con Berlusconi: “L'ho sentito – chiosa Razzi – sta migliorando giorno per giorno, ha bisogno di un pò di riposo perché gli hanno aperto tutto il cuore e pensa già di rimettersi in pista dai primi di settembre tornando alla carica come e più di prima!”. (m.sig.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!