ANIMALI DOMESTICI E SINTOMI DA NON SOTTOVALUTARE: QUANDO È NECESSARIO TROVARE VETERINARI APERTI

23 Settembre 2021 06:24

Italia: Cronaca

Il veterinario è un professionista che si occupa del benessere degli animali. Se si ha un amico a quattro zampe, pertanto, è necessario provvedere a delle visite periodiche al fine di accertarsi che sia tutto ok dal punto di vista fisico che comportamentale. Tuttavia, in caso di alcuni sintomi specifici, bisogna recarsi nell’immediatezza dal veterinario al fine di trattare la problematica. In determinate situazioni, infatti, non è possibile aspettare di fissare la visita di controllo ma è necessario trovare il primo specialista disponibile.

Sintomi comportamentali

Occorre prestare sempre attenzione al comportamento del proprio amico a quattro zampe. I cambiamenti del comportamento, infatti, quasi sempre sono indici di malessere. Bisogna valutare se il proprio animale è particolarmente energico mentre invece non lo è negli alti giorni, o, al contrario, pigro ed apatico. In questi casi, bisogna preoccuparsi. È bene agire urgentemente, invece, quando l’animale continua ad emettere versi anomali, trema, mostra ansia oppure è in uno stato confusionale. In questo caso bisogna cercare i veterinari aperti in zona e portare immediatamente il proprio amico peloso da uno specialista, senza aspettare di poter prenotare una visita.

Sintomi fisiologici

Alcuni sintomi da non sottovalutare sono la perdita o l’aumento del peso in maniera eccessiva. Infatti, variazioni di pochi kg non si notano, ma se la variazione dovesse essere consistente, è bene consultare uno specialista. Allo stesso modo, bisogna recarsi dal veterinario se si verificano episodi di vomito, diarrea, modifica dell’appetito o dell’assunzione dell’acqua (per controllare ciò bisogna verificare le ciotole quotidianamente) starnuti o tosse ricorrente, cambiamento nell’aspetto delle urine e delle faci, ecc. Nella maggior parte dei casi, è possibile prenotare una visita dal proprio veterinario di fiducia, senza allarmarsi particolarmente. In altri casi, ad esempio se l’animale dovesse rimanere a terra, respirando affannosamente, o in caso di sanguinamento dai diversi orifizi, è fondamentale portare l’animale dallo specialista tempestivamente. In questo caso, è consigliabile informarsi sui veterinari aperti con una rapida ricerca sul web. Infatti, ci sono studi che restano aperti 24 ore su 24.

Sintomi fisici

Altri sintomi che potrebbero richiedere l’intervento di uno specialista sono di natura fisica. Infatti, la salute del pelo e della cute riflettono il benessere interno dell’animale. Se vi sono dei cambiamenti rilevanti, come perdita del pelo in grandi quantità, eccessiva ruvidezza del manto, macchie, rossori della pelle o crosticine, è fondamentale consultare un veterinario. Anche l’alito cattivo o il pelo maleodorante possono essere sintomi di patologie. Ovviamente, bisogna escludere che l’animale si sia sporcato in qualche modo, specialmente se è solito uscire di casa e frequentare le zone esterne. Se l’animale si spaventa quando qualcuno si avvicina, o si mostra aggressivo improvvisamente, potrebbe avere qualche parte del corpo dolorante, ed adottare questo comportamento per evitare che qualcuno possa toccarlo in quella determinata zona. Stessa cosa se non riesce a poggiare la zampa a terra oppure si tocca nervosamente una zona del corpo. Altri problemi possono essere le ferite, occhi gonfi, lacrimanti ecc. Tutti questi sintomi indicano la necessità di cercare i veterinari aperti in un determinato momento e provvedere ad una visita.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: