ANZIANO DISABILE MORTO DOPO CADUTA DALLE SCALE NELLA RSA DI TRASACCO, TRE INDAGATI

3 Ottobre 2021 09:24

L'Aquila: Cronaca

TRASACCO – Morì dopo una caduta dalle scale, avvenuta nel 2020 in una residenza per anziani.

Per la morte di Antonino Stornelli, 87 anni di Avezzano, tre persone sono accusate di omicidio colposo: si tratta della caposala di turno quel giorno, del direttore sanitario e dell’amministratore della struttura che si trova nel comune di Trasacco (L’Aquila).

La morte del paziente avvenne un mese e 12 giorni dopo l’incidente. L’anziano si trovava nella struttura da circa un anno a causa della demenza senile cerebrale di cui era affetto.

Secondo la tesi accusatoria, come riporta Il Centro, qualcuno potrebbe aver lasciato la porta con il maniglione antipanico aperta e così l’anziano potrebbe essersi trascinato verso l’apertura, fino a cadere nel piano sottostante. Nella rovinosa caduta, il pensionato aveva riportato un’emorragia e la frattura celebrare, la rottura di svariate costole e versamenti sia al fegato che a un polmone.

L’87enne venne ricoverato prima a Sulmona e ins eguito ad Avezzano. Poi la morte, provocata, secondo l’accusa, proprio dall’incidente avvenuto nella residenza per anziani dove si trovava.

Le figlie dell’uomo, dopo il decesso, presentarono una denuncia alla procura della Repubblica di Avezzano e furono avviate le indagini. L’anziano disabile, secondo la ricostruzione, era precipitato dalle scale mentre era sulla sedia a rotelle, riportando gravissimi traumi, fratture e ferite multiple.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: