APPALTI ASL PESCARA: INTERROGATO MATTUCCI, EX PRESIDENTE COOPERATIVA “LA RONDINE”

21 Aprile 2021 22:12

PESCARA – È andato avanti per tre ore, davanti ai pm, l’interrogatorio di Domenico Mattucci, ex presidente della cooperativa “La Rondine”, arrestato lo scorso 7 aprile nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Pescara su un presunto appalto pilotato riguardante l’affidamento della gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere, del valore complessivo di oltre 11 milioni di euro.

Mattucci, che subito dopo l’arresto non aveva risposto al gip Nicola Colantonio in sede di interrogatorio di garanzia, è arrivato in Procura nel pomeriggio. Assistito dal suo avvocato, Giuliano Milia, l’ex presidente della cooperativa ha risposto a tutte le domande dei pm Luca Sciarretta e Anna Benigni, titolari dell’inchiesta.

La difesa, al momento, non ha presentato istanza di sostituzione della misura cautelare. Insieme a Mattucci erano stati arrestati Sabatino Trotta, 55 anni, dirigente del Dipartimento di Salute Mentale della Asl di Pescara, che si è tolto la vita nel carcere di Vasto (Chieti) poche ore dopo l’arresto, e la coordinatrice della cooperativa, Luigia Dolce, la quale, dopo la confessione nel corso dell’interrogatorio di garanzia, è ora agli arresti domiciliari.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: