AREE INTERNE, QUAGLIARIELLO: “‘UNIVERSITA’ DELL’APPENNINO’ PER FORMARE OPERATORI CENTRO ITALIA”

7 Maggio 2021 21:06

L’AQUILA – “Le Regioni del centro Italia hanno molto in comune e la solidarietà fra loro è stata accresciuta dagli eventi anche drammatici che le hanno colpite. È arrivato il momento di compiere un salto di qualità per mettere a sistema anche le opportunità”.

Lo ha detto il senatore Gaetano Quagliariello, eletto nel collegio uninominale L’Aquila-Teramo in quota Idea e Cambiamo, intervenendo oggi a Perugia a nome della fondazione Magna Carta, di cui è presidente, alla presentazione dell’HAMU, “Hub Abruzzo Marche Umbria”, di cui Magna Carta è socio fondatore insieme alle principali istituzioni economiche e culturali dei territori interessati, fra le quali l’Università dell’Aquila, il GSSI e Confindustria Abruzzo.

“In questo quadro – ha affermato Quagliariello – ha una particolare importanza la formazione del capitale umano. Per questo come fondazione riuniremo all’Aquila le undici università dell’Appennino centro-meridionale, per favorire una sinergia fra le loro caratteristiche di eccellenza scientifica e di modo di essere come campus a cielo aperto. L’obiettivo è un progetto federativo che realizzi una ‘università dell’Appennino’ la quale, salvaguardando le specificità di ciascuno e l’autonomia di ogni ateneo, possa contribuire alla condivisione di uno sforzo di ripartenza orientato alla formazione di operatori caratterizzati da una profonda conoscenza del proprio territorio e dalla capacità di valorizzarlo e farne fruttare le peculiarità”.

“Si tratta – ha concluso il presidente di Magna Carta – di una iniziativa che cade al momento giusto, viste le scadenze che attendono il nostro Paese nei prossimi anni e l’esigenza che le aree interne non perdano il treno della ripartenza e le risorse che dovranno alimentarlo”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: