ARIGRAFFI_FUMETTI E PALCOSCENICI: AL POLARVILLE DELL’AQUILA MAICOL&MIRCO

29 Novembre 2021 09:37

L'Aquila: Cultura

L’AQUILA – Per non dimenticare la rassegna “Graffi_rassegna di segni” ideata nel 2007 da Stefano Antonucci interrotta dalla pandemia e nella speranza di riproporla in tempi migliori, la libreria Polarville dell’Aquila, in collaborazione con il teatro Spazio Rimediato e la Bottiglieria Lo Zio, organizza due eventi che intende unire varie forme espressive: il disegno, la musica e il teatro.

Oggi 29 novembre, quando farà tappa all’Aquila presso la Bottiglieria LoZio il tour degli Scarabocchi di Maicol&Mirco, che presenterà NO, il quinto volume della raccolta integrale dell’opera omnia dell’autore, con l’introduzione affidata a Marcello Gallucci, docente dell’Accademia di Belle Arti di Roma.

Un fenomeno unico nel suo genere, che sfugge ai generi e alle definizioni. L’edizione si avvale di un book design studiato da Lrnz e, in questo volume, l’introduzione è della scrittrice e conduttrice televisiva e radiofonica Andrea Delogu, che contribuisce anche con un suo disegno.

Creatori de Gli scarabocchi di Maicol & Mirco, le geniali vignette rosse e nere pubblicate sul web e riproposte da Bao Publishing a partire dal 2018 in una elegante opera omnia, collaborano con Linus, Smemoranda, hanno scritto libri per bambini come Palla Rossa e Palla Blu (Bao Publishing 2016) e Gli Arcanoidi (Coconino, 2018), e libri come Il Papà di dio (Bao Publishing, 2017). Sanno parlare a tutti in modo semplice e profondo.

Si prosegue poi mercoledì 1 dicembre con il cantautore ligure Federico Sirianni, che a Spazio Rimediato presenta il suo nuovo disco Maqroll, concept album ispirato alle avventure dell’omonimo e celebre gabbiere, raccontate nei romanzi dello scrittore colombiano Alvaro Mutis.

Maqroll non è solo un disco di canzoni: l’album, infatti, è contenuto in un libro che raccoglie un’antologia di scrittori, poeti, illustratori e fotografi (da Enrico Remmert a Remo Rapino, da Anna Lamberti-Bocconi Bruno Morchio, da Vincenzo Costantino Cinaski Guido Catalano, da Roberto Mercadini Martha Canfield) i quali, ognuno nella propria forma espressiva, hanno contribuito a questo racconto di viaggio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: