ARTE ABRUZZESE IN LUTTO: E’ MORTO CIVITARESE, SUE OPERE IN TUTTO IL MONDO

13 Giugno 2016 10:04

CHIETI – È morto all'età di 80 anni Goffredo Civitarese, artista di fama nato nel 1936 a Chieti.

Pittore da anni residente a Pescara dove sabato si sono svolti i funerali nella parrocchia di San Luigi, a due passi da casa sua, in via Tommaso da Celano, da tempo soffriva di una malattia.

Dalla pittura astratta dei primi anni Settanta il suo percorso lo ha portato a un’arte figurativa fondata su una personalissima rielaborazione di immagini, in cui l’intensità del colore è la nota fondamentale.

L’ultima opera, “Ecce Ovo”, l'ha donata per contribuire a finanziare il reparto di Pediatria dell’ospedale di Chieti.






Sue opere sono presenti anche in importanti collezioni in Italia e all’estero grazie alle numerose collaborazioni con prestigiosi galleristi e importanti pinacoteche, come Forni a Bologna o Paglione, anche lui di origine teatina, a Milano.

Dall'inizio della carriera, negli anni Sessanta, quando iniziò con mostre personali negli spazi espositivi della sua città, è stato protagonista innovativo in importanti città italiane quali Napoli, Roma, Bologna, Milano, Forlì, Vercelli, Pisa, Livorno, Siena, San Marino.. ed internazionali come Lugano, Basilea, Amsterdam, Londra, Columbus e New York.

La sua ricerca pittorica, rivolta inizialmente alla sperimentazione di materiali diversi è approdata ad esiti figurativi intensamente cromatici ricchi di suggestioni evocative. La sua attenzione è stata indirizzata allo studio della figura umana collocata in monteplici contesti pittorici, nei quali volti e corpi appaiono annegati nel colore, con risultati forti di sensazioni enigmatiche.

Lascia la moglie Irene, insegnante di Lettere, i figli Stefano, docente di diritto amministrativo all’università D’Annunzio e delegato agli affari istituzionali dell’Ateneo, Claudia, musicista e cantante, Adriana, scenografa e design che più degli altri ha ereditato dal papà il talento e la passione per la pittura e i nipoti Luigi, Carlo, Giordano e Matilde.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!