ARTE: L’AQUILANO ANTONIO RANIERI IN MOSTRA A ROMA, ”INVITI DA TUTTO IL MONDO, MA SERVE UN MECENATE”

di Alessia Centi Pizzutilli

31 Dicembre 2017 13:07

L'Aquila -

L’AQUILA – L’artista aquilano Antonio Ranieri è stato uno dei protagonisti della mostra internazionale alla galleria “Area Contesa Arte” di Roma, in via Margutta, con tanto di inviti in tutto il mondo a quali non potrà presenziare “a meno che un mecenate locale non mi prenda sotto la sua ala”, ammette.

Tre le opere firmate da “Antonellino”, come ama siglarsi sui suoi quadri, esposte alla mostra d’arte: due a colori, a tecnica mista e una realizzata con una sfumatura d’inchiostro. Il tema ricorrente è quello della dona e della femminilità. 





“Mi piace la delicatezza del mondo femminile – spiega ad AbruzzoWeb Ranieri – per questo cerco di dare un accenno di sensualità ai miei quadri, ma senza scadere nell’erotico o nel volgare”.

La tecnica utilizzata per il primo quadro è una sfumatura d’inchiostro in bianco e nero su cartoncino, che “crea dei riflessi molto particolari – illustra – per questo la prediligo, rispetto alle opere policromatiche”. Per gli altri due quadri, invece, sono stati utilizzati 4 passaggi di colore, intrecciati tra loro “per creare dei giochi di luce originali – aggiunge l’artista – Amo sperimentare nuove tecniche per trovare quella che mi rappresenta di più”.





Le opere sono state particolarmente apprezzate a Roma, tanto che a Ranieri è stato richiesto di esporre nuovamente nella Capitale, ma non solo: “Ho ricevuto due inviti importanti, ancora da ufficializzare, uno dei quali fuori dai confini europei e questo per me è motivo di grande orgoglio perché non nasco come artista, la mia occupazione principale è quella di geometra – sottolinea ancora – e poiché non ho mai studiato in questo settore, il mio piccolo successo mi rende davvero molto soddisfatto, ma purtroppo bisogna fare i conti con il fatto che di arte non si vive e a meno che un mecenate aquilano non decida di prendermi sotto la propria ala, sarà difficile poter raccogliere questi inviti”. 

Non solo arte, ma anche solidarietà, perché il 20 dicembre l’artista aquilano ha donato all’Ail, l’associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma dell'Aquila, una sua opera da mettere all’asta in un prossimo evento, ma su questo Ranieri preferisce non parlare, perché come lui stesso ammette “la beneficenza si fa silenziosamente, o non si fa”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: