ATTACCO HACKER ASL L’AQUILA, RIATTIVATI I CUP. DIFFIDA STAMPA: “NO PUBBLICAZIONE DATI SENSIBILI”

10 Maggio 2023 14:12

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – “Nell’interesse dei pazienti, dei cittadini e degli operatori della ASL, si diffidano gli organi di stampa (cartacea e on-line) dal diffondere ulteriormente ed in qualsiasi modo materiale provento dell’attacco informatico di cui questa Azienda è stata vittima, come è noto, in questi giorni”.

L’intimazione arriva dalla Asl dell’Aquila, vittima da una settimana del blocco dei server e furto di 500giga di dati sensibili da parte della cybergang Monti. La Asl dà poi finalmente una buona notizia: riprendono le attività di prenotazione delle prestazioni da parte dei servizi Cup dell’Azienda.

Per quanto riguarda le pubblicazioni “inopportune”, scrive la direzione sanitaria: “Tenuto conto delle affermazioni giornalistiche riguardo la provenienza illecita di quanto pubblicato seppur in modalità oscurata da cui si evince una perfetta consapevolezza della stampa, si ricorda la possibile configurazione di diverse ipotesi di reato come previste dagli articoli 57 c.p. e 648 c.p., 648 ter c.p., 684 C.p., 167 e 167 ter Codice della Privacy, per cui questa ASL si riserva di adire l’Autorità Giudiziaria. Non è ravvisabile alcuna giustificazione, sia in punto di diritto che morale, all’attuale modalità di informazione, tenuto conto della tipologia dei documenti pubblicati, anche se oscurati, in quanto nel caso di specie non è preminente l’interesse pubblico della notizia cosi come resa, posto che il diritto di cronaca appare già soddisfatto con la semplice narrazione dei fatti. Si richiama, altresì, il rispetto dei doveri imposti dal Codice Deontologico professionale”.





Riprendono intanto le attività di prenotazione delle prestazioni da parte dei servizi Cup dell’Azienda. Dopo l’interruzione di alcuni giorni, a causa del blocco subito per l’attacco al sistema informatico e per consentire in sicurezza l’avvio delle operazioni di bonifica da parte della task force di esperti, è stato riattivato il servizio di accettazione delle prestazioni presso le sedi degli ospedali dell’Aquila, di Avezzano, di Sulmona e presso le postazioni del call center di L’Aquila.

La Asl “ha provveduto ad adottare, nei tempi strettamente necessari, una modalità organizzativa che permetterà di avere evidenza in tempo reale della domanda e di procedere alla presa in carico in maniera sicura, evitando perdita di dati e facilitando le richieste registrate, con priorità alle prenotazioni in classe Breve, da erogare entro 10 giorni, e in classe Differibile da erogare entro 60 giorni”.

“Gli utenti potranno accedere al servizio sia attraverso il call center, utilizzando lo stesso numero telefonico attualmente conosciuto, sia attraverso le postazioni di front office, che saranno supportate nel seguente modo: 2 postazioni presso l’ospedale dell’Aquila 2 postazioni presso quello di Avezzano, una postazione presso l’ospedale di Sulmona”.





“La Direzione aziendale confida nella responsabilità dei medici prescrittori che limiteranno, per il breve tempo necessario al ripristino del sistema informativo, le prescrizioni alle effettive esigenze di priorità del paziente. Al tempo stesso, la Direzione ringrazia tutti gli operatori sanitari, amministrativi e tecnici che, in questi giorni, con spirito di servizio, impegno e grande professionalità, si sono prodigati per ridurre al minimo i disagi ai pazienti e agli utenti”, si legge ancora nella nota.

L’azienda precisa, inoltre, “che tutti gli stipendi saranno pagati regolarmente, che tutte le forniture sono garantite, e che i distretti si stanno prodigando per garantire assistenza agli utenti limitando al minimo i disagi. Al tempo stesso, la Direzione ringrazia tutti gli operatori sanitari, amministrativi e tecnici che, in questi giorni, con spirito di servizio e grande professionalità, si stanno impegnando per rispondere al meglio alle esigenze dei pazienti e degli utenti”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. ATTACCO HACKER, ASL L’AQUILA: “STIPENDI SARANNO PAGATI REGOLARMENTE, FORNITURE GARANTITE”
    L'AQUILA - "Tutti gli stipendi saranno pagati regolarmente, tutte le forniture sono garantite e i distretti si stanno prodigando per garantire assiste...


[mqf-realated-posts]

Ti potrebbe interessare:

ARTICOLI PIÙ VISTI: