DAL 23 SETTEMBRE, GIORNO DELL'INSEDIAMENTO, IL MANAGER LAVORA DA MATTINA A SERA SULLE CRITICITA' AZIENDALI. IL PRIMO ATTO E' SOSTITUIRE CON UN FACENTE FUNZIONE L’EX DA COPPOLA. PROSSIMA LA SCELTA FIDUCIARIA DEL TITOLARE

ASL L’AQUILA, FULL IMMERSION NEO DG TESTA, DI ROCCO DIRETTORE AMMINISTRATIVO FF

1 Ottobre 2019 07:28

L'AQUILA – Il dirigente Stefano Di Rocco è il nuovo direttore amministrativo facente funzioni dell'Asl provinciale dell'Aquila.

Si tratta del primo atto concreto adottato dal neo manager, il medico romano Roberto Testa, che si è insediato lo scorso 23 settembre e da allora si è immerso a tempo pieno, da mattina a sera, nelle questioni aziendali. 

Non solo sotto il profilo conoscitivo dello stato dell’arte, attraverso un giro di incontri molto approfonditi con la dirigenza per acquisire informazioni complessive, valutare le criticità e decidere la strategia, ma anche sotto quello pratico e operativo, con i primi provvedimenti. 

Di Rocco, già dirigente al personale, è uno di questi. In virtù della sua qualifica e dei suoi titoli, va a sostituire, al momento, Laura Coppola, che si è dimessa a partire dallo scorso 16 settembre perché nominata direttore amministrativo dell’azienda ospedaliera-universitaria Federico II, conosciuta anche come policlinico di Napoli.

Il suo incarico sarebbe scaduto il 16 ottobre prossimo.

Le dimissioni di Coppola, originaria di Aversa, erano state presentate poche ore prima della nomina ufficiale da parte della Giunta regionale e la firma del contratto da parte del nuovo direttore generale dell’azienda provinciale aquilana Testa.

Ora si aprirà la procedura per la scelta del direttore amministrativo titolare che comunque sarà una figura fiduciaria del manager che potrebbe quindi anche pescare all’esterno.






Con la coincidenza di nomine, Simonetta Santini, dal 15 marzo scorso, quando è decaduto Rinaldo Tordera, e fino al 23 settembre direttore generale facente funzione,  aveva assunto per una settimana tre incarichi: dg ff, direttore amministrativo e direttore sanitario, carica della quale è titolare essendo stata nominata ad inizio anno per tre anni.

Tornando al nuovo dg, che proviene dalla Asl Roma 2, secondo quanto si appreso da fonti interne alla stessa azienda sanitaria, si è gettato subito con grande concentrazione nella nuova avventura, per niente facile, a partire dal ripianamento del deficit. 

Il medico romano abiterà all’Aquila per onorare a tempo pieno l’importante e gravoso incarico. Testa era stato indicato prima di Ferragosto come dg dell’Aquila dal governatore, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, in un clima di scontro con la Lega che ha ufficializzato una mini-crisi per le scelte non condivise. 

Ma ha dovuto attendere oltre un mese perché la sua nomina è stata legata a quella del dg di Chieti, Francesco Zavattaro, che però non ha aderito chiedendo alla Regione garanzia istituzionali e politiche, rinunciando poi all’incarico in seguito al no da parte di Marsilio.

A Chieti è stato nominato Thomas Schael, di origini tedesche.

Testa non ha avuto il gradimento della Lega che aveva puntato sul professore Ferdinando Romano.  

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: