ASL L’AQUILA: LICENZIATA INFERMIERA ACCUSATA DI AVER DERUBATO PAZIENTI ANZIANI AL “SAN SALVATORE”

20 Maggio 2021 08:12

L’AQUILA –  È stata licenziata dalla Asl provinciale aquilana Antonella Plataroti, 40 anni, infermiera dell’ospedale “San Salvatore dell’Aquila, arrestata con l’accusa di aver derubato alcuni anziani pazienti.

Questo all’esito di una azione disciplinare avviata dal direttore generale Roberto Testa a seguito della misura cautelare disposta dal gip Baldovino De Sensi nei confronti della dipendente dell’azienda sanitaria. L’infermiera, finita ai domiciliari, è accusata di aver rubato anelli, fedi nuziali, catenine e altri oggetti preziosi a degenti nel reparto di Geriatria dell’ospedale, in cui è stata in servizio fino all’estate dell’anno scorso. La donna era già stata sospesa.

I furti contestati all’infermiera, secondo le indagini, sono sei. Uno è ritenuto particolarmente grave dagli investigatori, in quanto l’anziana derubata non avrebbe retto al dispiacere per il furto subìto ed è deceduta. Nei confronti dell’infermiera, dunque, è scattata anche l’accusa di morte come conseguenza di altro delitto. Lei però, al momento della notifica dell’ordinanza del gip, pur ammettendo la responsabilità degli altri furti, ha respinto con forza la contestazione relativa alla paziente morta. Sono stati i parenti delle vittime a presentare le prime denunce, sulle sottrazioni degli oggetti preziosi ai loro cari, al posto fisso di polizia dell’ospedale.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: