ASL L’AQUILA, POLEMICHE DIRETTORE AMMINISTRATIVO: “DI ROCCO FIGURA DI SPESSORE, NOTIZIE SPIACEVOLI”

di Azzurra Caldi

1 Marzo 2021 19:45

L’AQUILA – “Le recenti notizie relative al mancato possesso di idonei requisiti ai fini dell’inquadramento nella dirigenza del dottor Stefano Di Rocco costituiscono un fatto grave sotto il profilo pubblico e assai spiacevole sotto quello strettamente privato, umano”.

Così in una nota, firmata dall'”Azienda sanitaria locale Avezzano-Sulmona-L’Aquila”, si farebbe riferimento, senza mai citarlo, al comunicato diffuso nei giorni scorsi dal coordinatore regionale della Lega, il deputato Luigi D’Eramo che era tornato, ancora una volta, ad evidenziare numerose criticità che “contraddistinguono l’Asl dell’Aquila in questa delicata fase di pandemia”, non ultima, veniva sottolineato nella nota, “quella che riguarda la posizione del direttore amministrativo, il dottor Stefano Di Rocco, posizione sulla quale parrebbero emergere gravi profili di illegittimità”.

E ancora, nella nota, D’Eramo si era rivolto al manager Roberto Testa invitandolo “a dare immediate spiegazioni rispetto a questa ennesima, incresciosa, criticità che riguarda l’Asl dell’Aquila, all’interno della quale è ormai imperante la confusione più totale”.

A questo proposito, oggi, nella nota della Asl si parla di “notizie” e non si fa mai riferimento al comunicato di D’Eramo o ad altri pubblicati in questi giorni: “Senza alcuna cura nella analisi obiettiva dei fatti è stato recato un danno all’Amministrazione – evidenzia la Asl -, nel suo ruolo di soggetto preposto al perseguimento dei fini istituzionali attraverso donne e uomini con idonee competenze, e alla persona, le cui elevate competenze professionali e doti gestionali sono state riconosciute da tutte le Direzioni Strategiche che si sono succedute nella storia della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila e che si sono avvalse del dottor Di Rocco, come strettissimo collaboratore, per la cura delle questioni più complesse e delicate”.

“La storia professionale del dottor Di Rocco è nelle carte e il suo giusto ingresso nel profilo dirigenziale ha superato ogni vaglio di legittimità da parte degli Organi competenti. Non si può fare a meno di cogliere questa occasione per ringraziare il dirigente del prezioso e qualificato lavoro che egli giornalmente svolge affinché, pur senza la percezione di adeguati benefici economici, molteplici servizi ottengano guida sicura”, conclude la nota.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. ASL L’AQUILA, D’ERAMO: “ILLEGITTIMA POSIZIONE DEL DIRETTORE AMMINISTRATIVO”
    L'AQUILA - "Tra le varie criticità che contraddistinguono l'Asl dell'Aquila in questa delicata fase di pandemia c'è anche quella che riguarda la pos...


Ti potrebbe interessare: