AUTO CONTRO PEDONI A LANCIANO, ARRESTATO 28ENNE. L’APPELLO SUI SOCIAL: “BASTA DIFFAMAZIONI”

13 Settembre 2022 15:02

Chieti - Cronaca

LANCIANO – Con l’accusa di tentato omicidio i carabinieri di Lanciano hanno arrestato un uomo di 28 anni, residente a Casoli (Chieti), che stamani ha investito intenzionalmente due pedoni sul corso Trento e Trieste di Lanciano.

L’indagato sarà trasferito in carcere su disposizione del pm Francesco Carusi. È stato lo stesso indagato ad avvisare i militari, coordinati dal maggiore Fabio Vittorini, che hanno poi trovato e sequestrato la Fiat Punto in località Sant’Egidio di Lanciano.

Dei due feriti, un uomo di 77 anni è ricoverato all’ospedale di Pescara per fratture varie e sarà sottoposto a intervento chirurgico, non è in prognosi riservata, l’altra donna ferita, che ha spinto il passeggino del nipotino salvandolo, è ricoverata invece all’ospedale di Lanciano dove è attualmente sottoposta a diagnostica per verificare la frattura del femore.

Ancora sconosciuti i motivi del folle gesto.

“Fatto gravissimo quanto accaduto – dice il sindaco di Lanciano Filippo Paolini. Bisogna capire meglio il perché e aspettiamo l’esito delle indagini. Meno male che il Corso non era stracolmo di persone”.

Indagini portate avanti anche dalla polizia che ha lavorato di concerto con i colleghi carabinieri.

Intanto sui social è scoppiata la polemica dopo che hanno cominciato a circolare le iniziali del nome del ragazzo, tanto da spingere diverse persone a smentire pubblicamente alcune ricostruzioni: “Mi ritrovo costretta a scrivere questo post in merito all’incidente accaduto questa mattina a Lanciano: mio fratello Ettore Travaglini non c’entra nulla con l’accaduto. Le iniziali del nome e la data di nascita non danno l’autorizzazione a nessuno di diffamare su una persona perbene.
Chiunque si permette di fare una cosa del genere verrà denunciato”, si legge in un post.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: