AUTO USATE: QUALI SONO LE REGOLE FONDAMENTALI PER FARE UN BUON AFFARE

23 Febbraio 2021 12:33

 

Il mercato delle auto usate offre sempre importanti opportunità agli automobilisti di acquistare macchine usate, in buone condizioni, ad un prezzo particolarmente vantaggioso. Per sfruttare le opportunità di questo mercato occorre però seguire alcune regole che ci mettono al sicuro da eventuali rischi e lontani da potenziali truffe.

Le regole fondamentali

Prima di acquistare una vettura di seconda mano è fondamentale considerare l’ultima revisione. Questo controllo viene effettuare da un tecnico specializzato che accerta lo stato della meccanica e della carrozzeria del mezzo, oltre ai suoi livelli di sicurezza durante la marcia ed in caso di esito positivo consegna al proprietario il certificato di revisione, ossia il documento contenente i dati identificativi dell’auto, quelli relativi alle verifiche ed al chilometraggio della vettura sottoposta a revisione.

Ovviamente parte integrante della vettura sono i chilometri effettuati fino a quel momento. Controllare l’esito dell’ultima revisione prima di acquistare un’auto usata si rivela di fondamentale importanza non solo per essere certi di poter circolare su strada con un mezzo idoneo, ma anche per conoscere con assoluta certezza i chilometri effettivi percorsi dalla vettura oggetto di compravendita.

Per avere la certezza che i dati riportati corrispondano a realtà sarà sufficiente collegarsi al Portale dell’Automobilista ed inserire i dati della targa dell’auto usata così da avere accesso a tutte le informazioni necessarie.

Nell’acquisto bisogna controllare anche tutta la documentazione come il certificato di proprietà, la carta di circolazione, l’assicurazione, il libretto dei tagliandi sono tutti documenti fondamentali per completare l’acquisto di un’auto usata.

La parte meccanica e la carrozzeria

Per quanto riguarda la parte meccanica e la carrozzeria è necessario verificare che non vi siano graffi o ammaccature tali da incidere sul prezzo finale di acquisto, così come fondamentale sarà il controllo dello stato degli interni e del funzionamento dei vari accessori.

Per quel che riguarda la parte meccanica, invece, è sempre consigliabile effettuare un test su strada così da verificare che i freni funzionino correttamente, che il motore non presenti problemi ai vari giri, non perda liquidi e le marce si inseriscano correttamente, che lo sterzo non vibri e sia allineato ed infine controllare sempre lo stato di usura delle gomme.

Un giro di prova su strada è utile per valutare la funzionalità degli organi principali della vettura. Un proprietario sicuro dello stato della sua auto non avrà difficoltà a concederlo, perlomeno con lui alla guida. E pure da passeggeri con un po’ di attenzione è possibile cogliere i sintomi di vari malfunzionamenti, come l’anomala rumorosità del motore a freddo, delle sospensioni o gli innesti bruschi del cambio automatico. Durante il test drive va prestata attenzione a eventuali rumorosità
 a motore freddo, spia di usure costose da riparare, ai battiti delle sospensioni sullo sconnesso (bracci e snodi sferici da sostituire) ai fischi del turbo e alle derive da un lato in frenata.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: