AUTONOMIA DIFFERENZIATA: FINA, “PD AL FIANCO DI ANAAO, SCIAGURA PER ABRUZZO E NOSTRA SANITÀ”

19 Settembre 2022 14:00

L'Aquila - Politiche 2022

PESCARA  – “Il progetto dell’autonomia differenziata è quanto di più lontano ci possa essere dai nostri programmi, perché mette in pericolo la coesione territoriale del Paese, l’uniformità dei diritti”. E’ quanto dichiara Michele Fina, segretario del Partito Democratico abruzzese e candidato al Senato.

“Condividiamo e sottoscriviamo le preoccupazioni del dottor Alessandro Grimaldi, presidente regionale dell’Anaao – prosegue – Si rischia, vista anche la vaghezza giustamente denunciata da Grimaldi, di far retrocedere la sanità pubblica del Sud, e quindi anche dell’Abruzzo”.

“L’approccio dell’autonomia differenziata, che fa il paio con la flat tax, è ingannevole e dannoso – afferma ancora Fina – Che chi abbia di più concorra maggiormente a beneficio di chi sta peggio è per noi un principio irrinunciabile, vale per le persone e per i territori, vale ancora di più per la salute. Le destre la pensano evidentemente alla maniera opposta. L’autonomia differenziata in salsa centrodestra è infatti quella che è stato approvata in un referendum promosso dalla Lega in Veneto e che prevede in modo molto chiaro il trasferimento di risorse dallo Stato alla Regione in una lista la più ampia possibile di materie, un trasferimento che non può che essere condotto a danno dell’intero Paese e quindi dei territori più deboli, e il mantenimento della quasi totalità delle risorse fiscali nella regione, in una secessione di fatto del Paese”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: