AVEZZANO: SINDACO DI PANGRAZIO TORNA IN CONSIGLIO, “10 ANNI SOFFERENZA…DETERMINATO, MA NON FELICE”

22 Novembre 2022 09:32

L'Aquila - Politica

AVEZZANO  – Il sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio è ieri tornato in Consiglio comunale dopo l’assoluzione con formula piena, accolto dai consiglieri di maggioranza e anche dalla minoranza.

Sindaco civico e bipartisan Di Pangrazio è tornato al suo posto dopo la fine della sospensione dalla carica, durata 16 mesi, prevista dalla  legge Severino, grazie all’assoluzione con formula piena nel processo che lo vedeva imputato per  peculato, per l’uso improprio e per fini personali di un auto blu, quando era direttore generale della Provincia dell’Aquila.

A sostituirlo in questi 16 mesi il vicesindaco, Domenico Di Berardino.

“Molti – ha esordito ieri in Consiglio il sindaco – mi chiedono se adesso sono felice, dopo 10 anni di sofferenza e 16 mesi di distanza dal Comune. Oggi, in verità, io posso dire di sentirmi fortemente determinato ma non felice. Sono impegnato nel mio ruolo, che mi è stato assegnato dalla città di Avezzano, capoluogo della Marsica, con la trasparenza delle elezioni”.

Il sindaco, durante il suo intervento, si è rivolto anche ai consiglieri di maggioranza, definendoli: “una squadra fantastica, che ha saputo lavorare tantissimo in questi mesi, con abnegazione e senso di responsabilità. La città – ha continuato – va amata e difesa; non ci si può dividere, come territorio avezzanese e marsicano, sulle questioni fondamentali dello sviluppo economico e su problematiche importanti come la sanità, l’ambiente e la sicurezza. Io sono orgoglioso di essere il sindaco di questa città. Ci sono e ci siamo per andare avanti con visione, cultura e coscienza. La cabina di Regia sui fondi del PNRR, in Comune, ha prodotto già tantissimi risultati per il nostro tessuto cittadino. Preseduta dal vicesindaco e composta da tre consiglieri di Maggioranza e da due di Minoranza, ha fatto ricadere sul territorio di Avezzano fondi per lo sviluppo urbano, culturale e sociale, grazie anche all’egregio lavoro della parte tecnica”.

“Nelle prossime settimane – ha concluso il sindaco – racconterò come è iniziata questa brutta storia e perché. Tutti noi dobbiamo lavorare con una visione di città e di territorio; maggioranza e minoranza difendano l’immagine di questa città e i valori di comunità di Avezzano e della Marsica. Dobbiamo essere liberi dai vincoli e dai lacciuoli che qualcuno dal di fuori vorrebbe mettere sull’operato della nostra attività amministrativa: non bisogna mai abbassare la guardia”.

I consiglieri Lorenza Panei, Goffredo Taddei, Filomeno Babbo e Mario Babbo, dai banchi dell’Opposizione, hanno salutato il sindaco Di Pangrazio, esprimendo, “dal punto di vista umano, massima solidarietà e affetto”.

Alla fine, il sindaco Di Pangrazio, ringraziando tutti i consiglieri per l’operato svolto e per il lavoro portato avanti, ha ringraziato anche tutta la città e i colleghi sindaci della Marsica, affermando che “mai, in questi lunghi mesi, hanno fatto mancare sostegno e vicinanza alla mia persona. Ora, scatto in avanti all’unisono per il bene di Avezzano e sulle grandi battaglie, zero divisioni”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: