BABY GANG L’AQUILA: CHIUSE INDAGINI NUOVO FILONE, SPACCIO E PESTAGGI, 24 GIOVANI COINVOLTI

8 Dicembre 2022 10:43

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Nei guai 24 bulli delle baby gang aquilane che si sono rese tristemente protagoniste di risse, spaccio di droga e pestaggi. Un nuovo filone dell’inchiesta deflagrata a settembre, si è definita ora con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari firmato dal procuratore della Repubblica del tribunale per i minorenni dell’Aquila David Mancini.

A settembre l’inchiesta aveva portato all’esecuzione di tredici misure cautelari (6 arresti, 7 affidi in comunità) e 23 Daspo Willy, con 32 indagati tra i 15 e i 19 anni.

I 24 giovani coinvolti nel nuovo filone sono aquilani, di altre città italiane, e stranieri, originari del Kossovo, Albania, Moldavia, Egitto, Etiopia, Georgia e Tunisia. Alcuni dei giovani coinvolti sono già domiciliati in strutture di accoglienza per minorenni. Avranno ora venti giorni di tempo per depositare memorie difensive e chiedere di essere interrogati.





Sono tutti coinvolti, a vario titolo, per reati come atti persecutori alle minacce a scopo di estorsione, dalle lesioni personali anche gravi alla detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti fino alla rissa.

In particolare le indagini hanno documentato  azioni di spaccio a Colle Sapone fuori dagli istituti superiori, nel centro storico, nei locali della movida, nel terminal di Collemaggio, con minorenni reclutati per la consegna della droga, in particolare cocaina, in cambio di una paghetta. Ci sono poi episodi pestaggi a spese altri minori costretti a fare ricorso alle cure dei medici del Pronto soccorso, e ancora  intimidazioni con coltelli e un’arma da sparo.

 





 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: