BAGARRE IN CONSIGLIO CHIETI PER TARGA MARTIRE FOIBE, LAPENNA (CPI): ”ABBANDONO AULA GESTO INACCETTABILE”

11 Novembre 2019 09:15

 

CHIETI – “Un gesto assolutamente inaccettabile, che si configura come una mancanza di rispetto nei confronti della memoria di una giovane donna, Norma Cossetto, simbolo della tragedia delle Foibe, e di conseguenza delle centinaia di migliaia di italiani vittime della pulizia etnica jugoslava”. 

Questo il durissimo commento di Francesco Lapenna, responsabile cittadino di CasaPound Italia, alla decisione dell’opposizione comunale di uscire lo scorso venerdì dall’aula consiliare al momento della votazione sull’installazione di una targa in memoria di Norma Cossetto, per non votare il provvedimento.

“La vicenda di Norma Cossetto – prosegue Lapenna – violentata ed uccisa nell’ottobre 1943 in quanto italiana, ha trasceso la sua persona, ed è divenuto da tempo divenuto il simbolo di un dramma di portata epocale: la cacciata, tra stragi e violenze di ogni tipo, della popolazione italiana dalla Venezia Giulia, ad opera delle milizie jugoslave, intenzionate ad annettere quella terra. Inconcepibile quindi dire di opporsi all’intitolazione perché non terrebbe in considerazione le altre vittime. Fortunatamente l’intitolazione è passata, ed ora quella targa sarà lì per onorare le vittime e gettare un fascio di luce su una pagina della nostra storia per troppo tempo taciuta ed ancora oggi da troppi non compresa”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: