BASKET SERIE A2: MOKAMBO CHIETI CEDE ALLA FISICITÀ DEL RIMINI, SCONFITTA IN CASA

di Alessandro Germano

28 Novembre 2022 09:51

Chieti - Sport

CHIETI – Per i biancorossi arriva la terza sconfitta consecutiva nel nono turno del campionato di serie A2, questa volta tra le mura del PalaTricalle contro un’ottima RiveraBanca Rimini per 74-83.

Con la sconfitta i teatini rimangono ancora fermi a 4 punti, ma scendono al dodicesimo posto, sorpassati proprio da Rimini che ha raggiunto quota 6 punti, e ricopre l’undicesimo posto nella classifica del girone Rosso.

I primi minuti di gioco vedono gli ospiti sfruttare la fisicità del loro pivot Ogbeide, e l’abilità dalla distanza di Tassinari e Johnson, dopo poco più di 3 minuti di gioco il punteggio è di 5-12.
I teatini però provano a rispondere, con la bomba di Bartoli e un canestro da sotto di Jackson, e si riportano a soli 2 punti di distanza al giro di boa del quarto (10-12).

Rimini continua a trovare il canestro con tiri da fuori, e dopo il canestro dalla media di Tassinari, coach Rajola chiama il primo minuto di pausa (16-23 con ancora 2:21 da giocare).

Anumba dalla lunetta fa 2/2 e porta i biancorossi sul +9, ma la reazione dei teatini è furente, e con il canestro sulla sirena di Serpilli riescono a fissare il punteggio sul 21-25 dopo 10 minuti di gioco.

Gli ospiti continuano ad avere percentuali altissime da fuori, con Anumba e Landi , ma Chieti è brava a resistere con i canestri di Ancellotti e Bartoli, e questa volta è coach Ferrari che chiama timeout sul punteggio di 27-31, con ancora 7 minuti da giocare.





I teatini riescono a riportarsi sul -2, ma gli ospiti sono infallibili da fuori, e a 03:35 dalla pausa lunga coach Rajola chiama nuovamente timeout.

Chieti colpisce a cronometro fermo con Vrankic, che realizza entrambi i tiri liberi, ma una Rimini indiavolata da oltre l’arco, anche grazie all’ex di turno Meluzzi, riesce ad accedere alla pausa lunga sul +12 (39-51)

L’avvio di terzo periodo è da dimenticare per la Mokambo Chieti, che continua a soffrire la grande fisicità di Ogbeide, e dopo la schiacciata del pivot riminese, coach Rajola chiama timeout sul -18 (39-57 con ancora 7:45 da giocare).

Rimini trova addirittura le 20 lunghezze di vantaggio grazie al solito Ogbeide, ma la Mokambo grazie ad Ancellotti e Vrankic riesce a rosicchiare punti, e coach Ferrari chiede il minuto di sospensione a 04:03 dal prossimo mini break (49-61).

La gara torna ad essere equilibrata, e i teatini provano a rimettersi in gioco spinti da un indemoniato Jackson, sono infatti suoi gli ultimi 8 punti segnati dalla Mokambo (57-66).

Coach Ferrari decide quindi di chiamare timeout con pochi secondi ancora da giocare, alla ripresa delle ostilità la tripla di Tassinari si infrange sul ferro, e così il risultato resta di 57-66.

L’avvio di quarto periodo è di chiara marca teatini, con Jackson che continua a martellare i riminesi, e riporta il Chieti sul -4 (62-66) dopo poco più di 1 minuto.





Rimini risponde con Johnson e Tassinari, ma la Mokambo è brava a non mollare la presa, e al giro di boa si riporta sul -4 (66-70).

Chieti, nel momento più delicato del match, si blocca in fase realizzativa, e gli ospiti ne approfittando, trovando con le bombe di Masciardi e Johnson e il canestro da dentro di Meluzzi, il nuovo +12 di vantaggio (66-78) che costringe coach Rajola a chiamare il timeout a 03:32 dal termine della gara.

Il finale di gara vede ormai una rassegnata Mokambo che prova a limitare i danni con le triple di Reale e Serpilli, e chiude sul -9 (74-83).

Per la Mokambo Chieti a poco sono serviti i 22 punti di un immenso Jackson, seguito in doppia cifra dal capitano Ancellotti (13 punti) e dal solito Vrankic (10 punti). A segno per i teatini anche Bartoli (9 punti), Serpilli e Mastellari (8 punti), Reale (4 punti).

Per la RiveraBanca Basket Rimini si è invece messa in mostra la coppia Ogbeide-Johnson, 21 punti e 10 rimbalzi per il primo, 18 punti e 8 assist per il secondo. Doppia cifra raggiunta anche per Masciardi e Meluzzi, entrambi con 11 punti. Sono poi andati a segno Tassinari (9 punti), Anumba (5 punti), Landi e D’Almeida (4 punti).

La Mokambo Chieti avrà l’occasione di spezzare questa striscia negativa mercoledì 30 novembre, dove affronterà, alle ore 20:30, ancora tra le mura del PalaTricalle,
la Umana Chiusi, tredicesima in classifica con 4 punti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: