BASKET SERIE B: TERAMO TRIONFA IN TRASFERTA, ESORDI DIFFICILI PER ROSETO E PESCARA

di Alessandro Germano

3 Ottobre 2022 15:51

Regione - Sport

TERAMO – Esordio da dimenticare per Roseto e Pescara, trionfa invece in trasferta Teramo nella prima giornata del campionato di serie B (girone D).

La Teramo a Spicchi da una grande prova di forza in trasferta, superando la Sala Consilina per 56-75. Al contrario è da dimenticare l’esordio in trasferta per il Pescara Basket, che non può niente contro i Lions Bisceglie che trionfano per 79-53. Amaro l’esordio davanti al pubblico di casa anche per la Liofilchem Roseto sconfitta dalla Geko Sant’Antimo per 64-75.

Per il Teramo, guidato da coach Gabrielli, arriva una prima importante vittoria sul campo della Sala Consilina.

La gara viene avviata con la motivazione giusta da parte dei teramani, che in poco meno di 2 minuti di gioco realizzano due triple, Di Donato prima e Balic poi, che li portano a condurre subito per 0-6.
I ragazzi di Gabrielli continuano ad essere prolifici in attacco per tutta la prima frazione di gioco, riuscendo a toccare anche la doppia cifra di vantaggio (12-22), il canestro di Divac però farà terminare i primi 10 minuti di gioco sul 14-22.

Ad inizio ripresa i padroni di casa tornano ad essere pericolosi, in poco più di 5 minuti di gioco riescono a ridurre il gap a solo 1 punto (25-26), grazie alle giocate di Giunta e Cimminella.
Sacchi è bravo a realizzare il 2/2 dalla lunetta, che permette ai teramani di andare alla pausa lunga in pieno controllo, sul punteggio di 30-35.

Ad inizio terzo periodo la Sala Consilina si rifà sotto, agguantando al minuto 22:31 il pareggio (36-36). I teramani però fanno valere tutte le loro qualità in zona offensiva, e guidati da Guastamacchia, Di Donato e Calbini tornano a toccare la doppia cifra di vantaggio (39-50) con poco meno di 4 minuti al suono della sirena.
Sul finire del quarto i ragazzi di Gabrielli riusciranno addirittura ad allungare il loro vantaggio toccando il +18 proprio a fine terzo periodo (44-62).

L’ultimo quarto sarà in pieno controllo della TaSp, che addirittura toccherà un vantaggio di 26 punti (48-74), accorciato poi dai padroni di casa che riusciranno a riportarsi sul -19, con il punteggio che alla fine della gara si attesterà sul 56-75.

Per la Teramo a Spicchi si è imposto Calbini, autore di 18 punti , seguito dall’ottima prova di Guastamacchia (13 punti) e Di Donato (12 punti), in doppia cifra anche Vigori con 10 punti. Sono infine andati a segno Balic (7 punti), Sacchi (6 punti), Cianci (5 punti), Perin e Cesari (2 punti).

Per i padroni di casa della Sala Consilina spiccano i 18 punti di Erkmaa, doppia cifra raggiunta poi solamente da Cimminella con 11 punti. A segno Giunta (7 punti), Gaye e Divac (6 punti), Misolic (4 punti), Hajrovi e Ratkovic (2 punti).

Il prossimo incontro per la Teramo a Spicchi si terrà domenica 9 ottobre contro la White Wise Basket Monopoli, presso le mura amiche del PalaScapriano.

Sconfitta casalinga invece per il Roseto di coach Quaglia, che ritrova davanti a se il Sant’Antimo, affrontato in semifinale di Supercoppa, ma questa volta sono i campani a trionfare.
Fin da subito le due squadre si danno battaglia, al minuto 5 il punteggio si attesta già sul 9-7, i rosetani riescono anche ad allungare con la tripla realizzata da Morici, che li porta sul +5 (14-9) e termineranno i primi dieci minuti di gioco sul punteggio di 16-12.

Al rientro in campo gli ospiti iniziano ad essere concreti in zona offensiva, con le triple di Sgobba e Scali, e con la schiacciata di Anaekwe si riusciranno addirittura a portare in vantaggio di 5 punti (18-23).
Con l’intensità della gara che avanza le due squadre faticano a trovare il canestro. Quarisa realizza per il +7 (22-29) e costringe coach Quaglia a chiamare timeout, con 4 minuti ancora da giocare.
L’inerzia però rimane dalla parte degli ospiti, che con la tripla di Maggio toccano il +9 (27-36), il gioco da 3 punti di Seck riduce momentaneamente il gap, ma la tripla realizzata da Sgobba allo scadere riporta la Geko sul +9 (30-39).

Nel terzo periodo di gioco i padroni di casa non riescono a contenere lo straripante attacco dei campani, che allungano il distacco di 16 punti (32-48), e costringono coach Quaglia a chiamare nuovamente il minuto di pausa.
I padroni di casa provano a reagire, con Di Emidio che realizza da tre punti e Morici riescono a riportarsi sul -9 (39-48). La partita torna ad essere combattuta, ma gli ospiti riusciranno comunque a concludere il terzo periodo ampiamente in vantaggio (44-57).

Ad inizio dell’ultimo quarto la reazione dei rosetani e veemente, spinti dalle triple di Di Emidio e Santiangeli riescono addirittura a riportarsi sotto di solamente 4 punti (55-59). Gli ospiti però ritrovano il controllo, e si riportano a distanza di sicurezza (55-64), Roseto non riesce più a segnare come prima, complice la buona difesa dei campani, e la partita scivolerà in pieno controllo da parte della Sant’Antimo, concludendosi sul punteggio di 64-75.

Per i rosetani il miglior realizzatore è stato Di Emidio con 16 punti, seguito dai 13 punti di Morici. In doppia cifra anche Santiangeli con 10 punti, si è invece fermato a 9 punti Seck, seguito da Amoroso (8 punti), Fiusco (5 punti), Dincic (2 punti) e Mastrroianni (1 punto).

Per la Sant’Antimo si sono distinti Maggio, con 19 punti, e Sgobba, con 18 punti. A segno anche Scali (11 punti), Quarisa e Cantone (10 punti), Mennella (4 punti), Anaekwe (3 punti).

Per la Liofilchem Roseto il prossimo incontro sarà in trasferta, è infatti attesa per sabato 8 ottobre al Pala Luiss, per affrontare la Luiss Roma.

Sconfitta all’esordio in trasferta anche per il Pescara Basket, che riesce a reggere per tre quarti su quattro contro i Lions Bisceglie.

I padroni di casa partono subito forte, segnando 12 punti in meno di 3 minuti di gioco (12-5), i ragazzi di coach Masciopinto provano a reggere l’urto, e riescono a tenersi in contatto nel punteggio (19-18 al minuto 9). Con solo 1 minuto rimanente però la tripla di Borsato e il canestro di Dri permettono ai padroni di casa di andare a riposo sul +6 (24-18).
Nella seconda frazione di gioco i pescaresi riescono ad esprimere un gioco migliore, riuscendo a ridurre il gap a soli 2 punti (30-28).
Bisceglie però riuscirà a riportarsi a distanza di sicurezza, terminando il secondo periodo di gioco in vantaggio di 7 punti (40-33).

Al rientro dalla pausa lunga il 2/2 di Pucci e la schiacciata di Del Sole permettono al Pescara di riavvicinarsi nel punteggio (40-37).
Dopo una sfilza di errori in entrambe le metà campo, i padroni di casa riportano l’inerzia dalla loro parte, ed al minuto 24 toccano la doppia cifra di vantaggio (47-37).
Bisceglie riuscirà ad allungare il vantaggio, concludendo il terzo periodo sul punteggio di 59-44.

L’ultimo quarto sarà dominato dai padroni di casa, che più volte riusciranno a respingere i tentativi di tornare in partita del Pescara, e la gara scivolerà verso la fine con il largo vantaggio di 26 punti per i Lions. Al suono della sirena il risultato è di 79-53.

Per il Pescara Basket arriva comunque un ottimo esordio da parte di Del Sole, miglior marcatore dei suoi con 16 punti. In doppia cifra anche Maralossou, con 13 punti e Pucci con 10 punti. A segno poi Grosso e Masciopinto, entrambi con 5 punti, e Capitanelli e Seye con 2 punti a testa.

Per i padroni di casa della Lions Bisceglie si sono saliti alla ribalta Dri, con 20 punti, e Borsato, con 19 punti. A segno poi Vavoli (11 punti), Pieri (9 punti), Bini (7 punti), Chieit (6 punti), Dip (4 punti) e Dron (3 punti).
Il Pescara Basket potrà rifarsi nell’incontro casalingo fissato per domenica 9 ottobre, contro la Juvecaserta 2021.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: