BASKET SERIE B: VINCONO LE QUATTRO ABRUZZESI, TRIONFO PER IL ROSETO

di Alessandro Germano

24 Ottobre 2022 11:47

Teramo - Cronaca

ROSETO – Si è conclusa la quarta giornata del campionato di serie B, che ha visto nel girone D il primo trionfo in trasferta per la Liofilchem Roseto sul campo della Virtus Cassino per 61-72. Vittoria anche per la Teramo a Spicchi, che davanti al proprio pubblico batte i Lions Bisceglie per 70-63, e per la Pescara Basket, che invece supera in trasferta la Adriatica Industriale Corato con il punteggio di 58-71.

Per la Liofilchem di coach Quaglia è arrivato il secondo successo consecutivo, dopo quello di settimana scorsa.

Il Roseto parte subito bene con il canestro ed il libero aggiuntivo realizzato da Seck, e la tripla segnata da Amoroso (4-6). Grazie anche alle giocate di Santiangeli (5 punti nei primi 5 minuti) e all’ottimo impatto di Dincic dalla panchina, che ha segnato 7 punti, la Liofilchem riesce a concludere in vantaggio i primi dieci minuti di gioco (10-18).

In avvio di secondo quarto la giocata da 3 punti di Zampogna, le triple di Amoroso e un Natalini in stato di grazia permettevano di concretizzare la fuga dei rosetani, che grazie anche ad un’ottima fase difensiva, riescono a concludere la prima metà della gara sul punteggio di 23-40.

Ad inizio terzo quarto i padroni di casa provano a rientrare in gara, piazzando un parziale di 5-0 (28-40), la tripla di Morici rimette a distanza di sicurezza il Roseto, che tocca i 20 punti di vantaggio (36-56). Gli uomini di coach Quaglia riusciranno poi ad aumentare il distacco, grazie ad una tripla di Fiusco e al canestro di Di Emidio, concludendo il terzo periodo sul 38-61.

I biancazzurri però, forse troppo tranquilli di portare a casa la vittoria, permettevano alla Virtus Cassino di accorciare il distacco a soli 10 punti (58-68), con soli 60 secondi ancora da giocare. Troppo pochi per sperare in una vera rimonta, e la squadra di coach Quaglia riuscirà a chiudere la gara vincendo 61-72.

Per la Liofilchem Roseto la vittoria arriva soprattutto grazie ad una prestazione di squadra, dove sono andati a referto tutti i giocatori tranne Ronca (tenuto fuori a causa di un infortunio). L’argentino Morici è stato il miglior realizzatore dei suoi con 13 punti, seguito dai 10 punti di Santiangeli e Dincic, quest’ultimo autore di una doppia doppia con 11 rimbalzi catturati. A segno poi Amoroso e Seck con 9 punti, Di Emidio (7 punti), Natalini (6 punti), Zampogna e Fiusco (3 punti), Mastroianni (2 punti).

Per la Virtus Cassino si è invece messo in luce Gay, miglior realizzatore della gara con 17 punti, seguito da Kekovic, autore di 15 punti. In doppia cifra anche De Leone con 10 punti, seguito da Paunovic (7 punti), Truglio (5 punti), Brigato (3 punti), Milosevic e Teghini (2 punti).





La prossima sfida per il Roseto è in programma per domenica 30 ottobre presso il PalaMaggetti, dove i rosetani ospiteranno la Sala Consilina ancora ferma a 0 punti.

La Teramo a Spicchi ottiene una grande vittoria contro la solidissima Bisceglie, disputando un ottimo quarto periodo concreto e decisivo.

Il primo periodo è subito equilibrato, al giro di boa il punteggio è già di 11-12. Gli ospiti provano a scappare toccando il +5 grazie ai canestri di Dron e Dri (11-16), ma i padroni di casa con Balic e Vigori riescono a pareggiare, e terminare i primi 10 minuti sul risultato di 20 pari.

Nel secondo periodo di gioco la TaSp parte bene, e con Balic trova i 6 punti di distacco (29-23) a 6 minuti dalla pausa lunga. Bisceglie però ritorna ad essere pericolosa in zona offensiva, e prima trova il pareggio con Dip (32-32), per poi allungare nel punteggio prima con la tripla di Borsato e poi con la realizzazione di Dron, che permette ai Lions di accedere alla pausa lunga sul punteggio di 33-37.

La prima parte di terzo periodo continua ad essere in mano agli ospiti, che in poco più di 4 minuti trovano addirittura il +12 (34-46). Dopo aver subito anche il canestro del -14 (40-54 a 3 minuti dal termine), i ragazzi di coach Gabrielli, trascinati dalle giocate di Calbini e Balic riescono nell’impresa di ritornare in partita, alla fine dei 10 minuti di gioco il risultato è infatti di 54-57.

Ad inizio quarto periodo Bisceglie torna ad essere efficiente in attacco, con Pieri e Dron che realizzano per il +8 (55-63) a 3 minuti dalla ripresa. Coach Gabrielli decide di chiamare timeout, ed al rientro in campo la partita cambia nuovamente volto. L’inerzia torna dalla parte dei padroni di casa che grazie al 2/2 ai liberi di Sacchi, e ai canestri di Calbini e Guastamacchia, tornano a mettere il muso davanti agli avversari (64-63).
Nella seconda metà del quarto la difesa dei padroni di casa si chiude, e i Lions non riusciranno più a segnare neanche un canestro nei 7 minuti rimanenti, con il punteggio che andrà ad attestarsi sul 70-63 per la TaSp.

Per la Teramo a Spicchi spicca la prova di Balic (18 punti) e Calbini (14 punti), seguiti da Perin (10 punti). A segno anche Guastamacchia (9 punti), Cianci (8 punti), Sacchi (6 punti), Vigori (4 punti) e Di Donato (1 punto).

Per il Bisceglie sono ben 4 i giocatori in doppia cifra: Dron (16 punti), Dip (13 punti), Borsato (11 punti) e Bini (10 punti), a segno anche Dri (punti), Chiti e Pieri (2 punti)

Prossimo incontro nuovamente in casa per la Teramo a Spicchi, che domenica 30 ottobre affronterà la Adriatica Corato.





Arriva la prima vittoria in trasferta anche per il Pescara Basket, che batte la Adriatica Corato per 58-71.

Al giro di boa del primo periodo di gioco, i padroni di casa si portano a 2 possessi di vantaggio (9-5), ma il Pescara con le triple di Fasciocco e Maralossou ritrova il pareggio (11-11 a 3 minuti dalla fine).
I primi 10 minuti di gioco sorridono al Pescara, che terminano sul punteggio di 14-16.

Ottimo avvio del Pescara anche nel secondo periodo, che trova il +5 con la tripla di Capitanelli (14-19). I padroni di casa sono bravi a rimanere aggrappati nel punteggio, che con il 2/2 ai liberi di Infante tronano a -1 (22-23). La seconda metà del quarto il Pescara stringe le maglie in difesa, e continua ad essere prolifica in attacco, riuscendo ad andare alla pausa lunga sul +11 (27-38).

Il terzo periodo continua ad essere a chiare tinte pescaresi, con gli ospiti che in appena 4 minuti raggiungono i 18 punti di vantaggio (31-49) grazie alle giocate di Seye e Fasciocco. Corato però non molla, e si rifà sotto con Battaglia e Infante, che realizzano il 36-49, a 3 minuti dal suono della sirena. Gli ospiti sono comunque bravi a non permettere la rimonta ai pugliesi, e il terzo periodo termina sul punteggio di 42-58.

Nel quarto periodo l’Adriatica Corato ci mette il cuore, e sorprende gli ospiti, riuscendo addirittura a toccare il -6 (57-63) a 4 minuti dal termine della gara. Decisivi i canestri di Masciopinto e la tripla di Grosso, che fissano il risultato finale sul 58-71, e sventano il tentativo di rimonta della Corato.

Per il Pescara Basket il miglior realizzatore è stato Capitanelli con 18 punti, seguito da Del Sole e Grosso entrambi con 11 punti. Si è fermato a 9 punti Fasciocco, 8 punti invece per Masciopinto. A segno anche Maralossou (6 punti), Seye e Pucci (4 punti).

Nella Corato invece spiccano i 17 punti di Battaglia, seguito da Idiaru con 10 punti. A segno poi Stella e Infante con 8 punti, Tomasello (7 punti), Artioli (5 punti) Del Tedesco (3 punti).

Torna in casa il Pescara Basket per il prossimo incontro, fissato per il 30 ottobre, contro la Virtus Cassino.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: