“BASTA PASSERELLE CON ZERO RISPOSTE CONCRETE”,
BIANCHI, “SULMONA HA BISOGNO DI INDUSTRIE”

23 Settembre 2021 19:24

L'Aquila: Elezioni 2021

SULMONA – “La crisi che investe la Magneti Marelli per la mancanza di commesse Sevel, desta particolare allarme in città, e invita anche ad una riflessione sulla pochezza delle proposte dei miei competitor sul tema cruciale dello sviluppo industriale, candidati che migrano da una parte all’altra, a seconda delle stagioni, e che ora fanno riferimento a partiti che sono al governo del Paese, ma che su questo, come su altri molti temi, non hanno risposte per Sulmona e mandano soltanto i loro big a fare le passerelle elettorali”.

Va all’attacco e su tutti fronti la candidata sindaco di Sulmona, l’avvocato Elisabetta Bianchi, di Direzione Sulmona.

Nella città di Ovidio, Bianchi sfida il candidato di centrodestra Vittorio Masci, sostenuto da  Lega, Fdi e Fi,  Andrea Gerosolimo, ex assessore di centrosinistra della giunta di Luciano D’Alfonso,  a capo di una composita coalizione civica Gianfranco Di Piero, per la coalizione “Liberamente Sulmona”, di cui fanno parte anche il Partito democratico e il Movimento 5 stelle, Italia Viva, Sinistra Italiana, Azione e Sbic.

Nell’intervista a tutto campo ad Abruzzoweb, Bianchi tocca i temi salienti del suo programma elettorale, galvanizzata anche dalle risultanze di due sondaggi, commissionati da centrodestra e liste di Gerosolimo, che la danno entrambe con percentuali di consenso importanti.

“Nei tanti incontri con i cittadini – spiega Bianchi –  questo consenso lo tocchiamo con mano, l’interesse per Direzione Sulmona cresce di giorno in giorno, e dunque i sondaggi non ci stupiscono: la nostra lista con il 9.1% è seconda nel centrodestra e terza in assoluta. Il gradimento per la persona della candidata sindaco Elisabetta Bianchi  oscilla tra il 12,3% ed il 14,2% , anche rispetto al numero delle liste delle coalizione avversarie. Siamo noi insomma la vera novità, la vera rivelazione di questa campagna elettorale”.

Tornando alla Magneti Marelli, incalza Bianchi:  “ricordiamo ad esempio che Luigi Di Maio è titolare della politica estera, che di fatto incentiva la via della seta, favorendo di le delocalizzazioni, e con ripercussione pesanti per il paese. Di fatto favorendo politiche deflattive che portano a vedere come ultima spiaggia il reddito di cittadinanza. Ma non solo, “anche qui a Sulmona scontiamo il grave ritardo dell’istituzione della Zes, la zona economica speciale,  e questa è responsabilità del governo, e dei vari big che vengono qui a sostenere i loro candidati. Non è un caso che la Polonia le Zes le ha attivate e riesce ad attrarre con la decontribuzione e le agevolazioni molte aziende italiane. Gli stessi big di partito non hanno saputo dare risposte concrete per evitare la chiusura del Tribunale di Sulmona”.

Bianchi respinge poi al mittente le proposte degli altri candidati che “ritenendo oramai perduta la vocazione industriale vogliono investire solo e soltanto nel turismo, che è  importante, ma che da solo non può bastare. Tenuto conto che Sulmona vanta una posizione strategica per gli insediamenti di attività produttive. La nostra proposta è piuttosto quella di creare un circolo virtuoso per rendere conveniente investire in questo territorio. A partire dal basso costo dell’energia, dei servizi, della tassazione”.

Altra priorità  per la candidata Bianchi è il trasporto pubblico locale, visto che “Sulmona subisce un forte disagio  rappresentato da fatto che il trasporto su autobus non è integrato per esempio con quello dei  treni. Inoltre ci sono pochi taxi a danno dei turisti, lasciati a piedi alla stazione”.

C’è poi settore agroalimentare e lo sport: “noi di direzione Sulmona intendiamo elevare l’agroalimentare a sistema di tutto rispetto, ma va superata la frammentazione fondiaria e aziendale. Abbiamo incontrato i rappresentanti del mondo dello sport, valore aggiunto fondamentale per lo sviluppo dell’essere umano, per l’alta valenza socializzante e per il benessere psicofisico. Una delle priorità sarà il potenziamento dell’impiantistica, mettendola anche a sistema”.

Bianchi poi rivendica l’importanza dell’accordo sottoscritto con le associazioni Provita & famiglia e Famiglia Vita e Valori (Faviva)

“Con queste associazioni ci proponiamo di portare avanti una programmazione amministrativa che garantisca assistenza pronta ed efficace per la genitorialità consapevole, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, a favore delle persone con disabilità e per l’assistenza delle persone e in tutte le attività socio culturali e sanitarie. Accompagnare la donna in particolare nella fase della sua gravidanza, è in linea con le battaglie che ho personalmente condotto per la salvaguardia del punto nascita di Sulmona”.

L’INTERVISTA

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: