BIMBA DISABILE NON PUO’ SALIRE SU SCUOLABUS: SINDACO, ”SEMPRE ASSICURATO TRASPORTO”

24 Ottobre 2019 20:40

SCAFA – “A seguito degli articoli apparsi su stampa e social relativi al trasporto scolastico della nostra piccola concittadina è necessario e doveroso ripercorrere con puntualità i termini di fatto, legislativi e legali della vicenda”.

Lo scrive il sindaco di Scafa, Maurizio Giancola, in risposta all'intervento dell'Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo.

“Durante l'estate abbiamo incontrato il padre della piccola che ci ha manifestato la necessità del trasporto scolastico della figlia. Subito abbiamo informato il genitore che i nostri mezzi non erano abilitati al trasporto per disabili poiché non muniti dei necessari apparati tecnici. Non avremmo potuto nell'immediatezza procedere all'acquisto di uno scuolabus attrezzato del costo di circa 85 mila euro né apportare a uno di quelli in dotazione eventuali modifiche, atteso che dette modifiche non erano tecnicamente possibili e incompatibili con la necessaria omologazione”.






“Abbiamo comunque assicurato al genitore – prosegue il sindaco – il trasporto della piccola con mezzo diverso dallo scuolabus comunale. All'inizio dell'anno scolastico abbiamo incaricato la cooperativa sociale 'Mani Tese' di eseguire il trasporto individualizzato dell'utente. Ricordiamo che i Comuni sono tenuti, al fine di garantire il diritto allo studio dei diversamente abili, a svolgere il servizio anche con 'modalità di trasporto individuali' (art.26 legge 104/1992). Inoltre la sentenza della Corte Costituzionale (n.275/2016) richiamata dall'Associazione Carrozzine Determinate è del tutto fuori luogo e non attinente alla fattispecie”.

“Il percorso dalla casa della bambina fino al plesso scolastico è di circa 1 km per 5 minuti di viaggio; il nostro Comune cura da molti anni altri trasporti individualizzati di utenti disabili verso altri istituti scolastici con piena soddisfazione di tutti. Siamo stati sempre vicini alle esigenze della famiglia in questione fin dalla scuola dell'infanzia e non avremmo mai voluto scrivere del nostro operato, puntuale e rispettoso delle esigenze degli utenti diversamente abili”.

“Proprio nei giorni scorsi, abbiamo informato i famigliari della bambina della possibilità di dotarci di un terzo scuolabus adeguato al trasporto disabili per l'inizio del 2020. Tali iniziative devono essere poste in essere con estrema efficienza, ma soprattutto con delicatezza e senza alcun clamore”. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!