BIMBI PREMATURI: A L’AQUILA OLTRE 100 TRA GENITORI E NONNI ALLA FESTA ”IN VIOLA”

18 Novembre 2019 12:01

L’AQUILA – Musiche e favole, tra vociare di piccoli e vagiti di neonati, per ricordare con leggerezza, nella giornata mondiale del parto prematuro, l’importanza della prevenzione: oltre cento persone, tra genitori, nonni e parenti dei bimbi insieme ai medici del reparto di neonatologia, hanno partecipato ieri pomeriggio all’Aquila alla festa promossa nell’ambito della giornata mondiale dei bimbi prematuri. 

Il bel momento di aggregazione, a cui si è agganciata la riflessione sulla prevenzione, si è tenuto nello spazio in cui è collocato l’atrio dell’ospedale  San Salvatore. 

A contribuire al clima gioioso sono stati i clown che hanno divertito piccoli e grandi.

La dottoressa Sandra Di Fabio, direttore del reparto di neonatologia, ha illustrato i principi di prevenzione riguardanti le nascite premature e i comportamenti che le mamme devono tenere per ridurre i rischi.





Un momento formativo interessante, per le mamme, è stata la ‘lezione’ sul massaggio osteopatico, tenuta dalla dottoressa Chiara Rosati, vale a dire le modalità da seguire per effettuare massaggi rilassanti al neonato con tecniche appropriate. 

La neonatologia di L’Aquila ha un ruolo rilevante nell’assistenza dei neonati prematuri sia in provincia sia in Regione per l’afflusso di utenza da altri territori d’Abruzzo, in particolare dalla provincia di Teramo.

Anche all’Aquila, come in altre città italiane, ieri alcuni monumenti sono stati illuminati con luce viola, il colore che si accompagna alla celebrazione della giornata mondiale sul tema. Molto suggestive le immagini dell’Emiciclo e della fontana luminosa, con cui le istituzioni hanno voluto offrire il proprio contributo nel sensibilizzare la popolazione sulle specifiche tematiche. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!