BIONDI NEGA VERIFICA A FI, LIRIS INCONTRA DE MATTEIS: A L’AQUILA CLAMOROSA SCELTA ANTI CRISI FDI

MARETTA NELLA COALIZIONE DI CENTRODESTRA CON FORZISTI CHE CHIEDONO ASSESSORATO PERSO DOPO IL PASSAGGIO DI TINARI ALL’UDC: IL SINDACO NON AVEVA RISPOSTO ALLA DATATA ISTANZA DEGLI AZZURRI, INTERVIENE IL PARTITO CHE FA SCENDERE IN CAMPO IL SENATORE, ANTAGONISTA POLITICO DEL PRIMO CITTADINO

29 Settembre 2023 22:13

L'Aquila - Politica

L’AQUILA – Forza Italia scrive per due volte, la prima in privato, la seconda resa nota con un comunicato stampa, al sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, di Fdi, per chiedere un incontro dal sapore della verifica, ma per far rientrare i venti di crisi in seno al centrodestra al Comune capoluogo regionale, scende in campo Fdi con l’ex vice sindaco, il senatore meloniano Guido Liris, recentemente nominato vice coordinatore regionale.

Una scelta concordata con il partito, un po’ meno con il primo cittadino che, comunque, sarebbe stato avvisato, ma che fa altrettanto discutere e pone le basi per nuove polemiche visti i rapporti moto tesi tra Biondi, tra l’altro commissario provinciale di Fdi, e Liris, in disaccordo da mesi su quasi tutte le questioni, soprattutto sui candidati alle prossime regionali.

Secondo fonti bene informate, nel pomeriggio Liris, autorizzato dal partito nella sua veste di vice coordinatore regionale, ha incontrato il vice coordinatore azzurro della provincia dell’Aquila, Giorgio De Matteis, ex consigliere ed assessore regionale, per affrontare i nodi amministrativi e politici posti con determinazione sul tavolo dai forzisti e per rasserenare un clima avvelenato per via del via del silenzio di Biondi che non ha dato seguito alla istanza.

Secondo quanto si è appreso, l’incontro sarebbe stato promosso dopo una telefonata fatta De Matteis per lamentarsi al coordinatore regionale di Fdi, Etelwardo Sigismondi, collega di Liris a palazzo Madama. A quel punto, l’idea di “mandare” l’ex vice sindaco di Biondi, dal 2017 al 2019, quando è stato eletto consigliere regionale.





Del risultato del confronto si sa poco: è trapelato che il senatore, tra l’altro ex forzista, avrebbe rassicurato l’agguerrito De Matteis, nella passata legislatura consigliere comunale di maggioranza ma spina nel fianco di Biondi, e promosso un interessamento. Per Liris, dirigente medico in aspettativa della Asl provinciale dell’Aquila, si tratta di un ritorno attivo sulla scena politica comunale che potrebbe rendere ancora più tesa l’aria in un partito che non riesce a trovare la quadra per chiudere la partita dei candidati in provincia dell’Aquila.

Entrando nel merito, il succo del discorso di Forza Italia parte dalla rivendicazione di un assessorato dopo la migrazione dell’assessore Roberto Tinari verso i lidi dell’Udc, con la conseguente mancanza di rappresentanza dei forzisti nell’esecutivo comunale.

Un’ istanza finalizzata ad “una analisi politico-amministrativa” che vede il partito compatto e che porta la firma del coordinatore di Forza Italia, il deputato Nazario Pagano, e degli uomini che nel documento presentato nei giorni scorsi compaiono come la delegazione che avrebbe dovuto ricevere il sindaco: oltre a De Matteis, il coordinatore comunale, Stefano Morelli, e il presidente del consiglio comunale e vice presidente del consiglio regionale, Roberto Santangelo.

De Matteis ha spiegato a Liris che Forza Italia ha diritto ad un posto in Giunta perché ha due consiglieri comunali, Maria Luisa Ianni e Daniele D’Angelo che ha aderito recentemente e che ha sopperito all’abbandono di Gloria Nardecchia passata all’Udc che con l’altro consigliere comunale Fabio Frullo “reggono” l’assessore Tinari.





Il dirigente forzista, politico di lunga data, avrebbe anche sottolineato che gli azzurri facevano parte della coalizione alle elezioni del giugno dello scorso anno quando c’è stata la trionfale riconferma di Biondi al primo turno, mente l’Udc è un gruppo che si è creato recentemente – anche con la sapiente regia del primo cittadino – e quindi è subentrato nella coalizione. Senza contare poi i tre consiglieri di L’Aquila Furtura, movimento civico che fa capo a Santangelo, federato con Forza Italia.

Secondo quanto si è appreso, gli azzurri avrebbero puntato alla poltrona dell’assessore tecnico Paola Giuliani, in quota proprio al primo cittadino.

Nei giorni scorsi, nella nota di De Matteis, Morelli e Santangelo, è stata ribadita la necessità di fare “una analisi sullo stato dei lavori pubblici in città, del bilancio consolidato, di quanto speso dagli assessorati e sulla loro riserva di liquidità nonché sulle risorse utilizzate per la ricostruzione e tanto altro ancora”.

“Terminato il periodo delle manifestazioni (Cantieri dell’Immaginario, Perdonanza Celestiniana, Jazz e via dicendo), che pur essendo importanti non sono certamente l’unico essenziale argomento della città, è ora di concentrarsi sui diversi argomenti che rappresentano le esigenze quotidiane dei cittadini aquilani che si aspettano risposte rapide e concrete. Siamo certi che il Sindaco non si sottrarrà ad un costruttivo confronto sulle azioni da mettere in campo per ed aspettiamo ad horas una convocazione da parte sua”, hanno concluso gli azzurri.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©






    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale





    Commenti da Facebook

    RIPRODUZIONE RISERVATA
    Download in PDF©


      Ti potrebbe interessare:

      ARTICOLI PIÙ VISTI:


      Abruzzo Web