BOCCE E INCLUSIONE SOCIALE: GREGORI, ”SPORT PER TUTTI, IN CAMPO PROGETTI PER GIOVANI E DISABILI”

6 Dicembre 2019 11:19

L'AQUILA – Esaltare la disciplina delle bocce, che si può praticare a tutte le età, nella sua funzione sociale e aggregativa, coinvolgendo sempre di più i giovani e le persone diversamente abili. 

Questo il progetto che il presidente della Federazione italiana bocce (Fib) dell'Abruzzo, Gregorio Gregori, ha illustrato ad Abruzzoweb, a margine della visita a L'Aquila del presidente del Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), Giovanni Malagò.

Gregori pone l'accento sull'importanza di una realtà che in Abruzzo conta 2.500 tesserati Fib, e 60 società sportive, e un numero di praticanti effettivi ben superiore.  Ha una squadra in serie A, il Mosciano, e una in A2, la Virtus L'Aquila. E sopratutto vanta un campione del mondo in carica, Gianluca Formicone, atleta di Notaresco, che ha trionfato nell'individuale a San Miguel de Tucumàn, in Argentina, nel marzo di quest'anno. 

Prossimo appuntamento da segnare in agenda proprio a L'Aquila con la 50esima Coppa Santa Giusta, gara provinciale a specialità individuale, che si disputerà nella bocciofila Santa Giusta della frazione di Bazzano, dal 9 al 21 dicembre, organizzata dalla Virtus L'Aquila, di cui è presidente Gianni Sebastiani.

Ma l'obiettivo da centrare, appunto, non è solo sul fronte agonistico. 






“Le bocce come pochi altri sport  – spiega Gregori – hanno uno straordinario valore aggregativo, non c'è età limite per praticarlo. siamo facendo grossi sforzi per coinvolgere i giovani, con il progetto ''bocciando si impara'' stiamo entrando nelle scuole elementari di tutta la regione, stiamo cercando di potenziare il settore femminile dove siamo un po' carenti,ance se abbiamo realtà in ottima crescita”. 

“Stiamo lavorando per consentire a sempre più persone diversamente abili – prosegue Gregori – di poter calcare le nostre piste. In tal senso abbiamo sottoscritto un accordo con la Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali, il Fisdir, per poter praticare tranquillamente questo sport nei nostri campi, seguiti dai nostri istruttori. Per ora nei campi di Roseto e Pineto, ci stiamo muovendo anche sull'Aquila, che è una delle nostre principali realtà”. 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: