BONAFEDE: ”RIFORMA CSM E’ CORAGGIOSA, MAGISTRATURA DEVE RECUPERARE CREDIBILITA”’

9 Agosto 2020 09:26

ROMA – “In queste settimane ho letto e ascoltato tutte le proposte, con attenzione. Quando le ritenevo meritevoli le trasmettevo al mio ufficio legislativo. Ma a un certo punto bisogna fare sintesi. E questa è una riforma coraggiosa. Andava fatta, perché la magistratura deve recuperare credibilità agli occhi dei cittadini”. 

A parlare della riforma del Csm, in una intervista al Fatto quotidiano, il Guardasigilli Alfonso Bonafede. 

Sul fatto che in diversi obiettino che il nuovo sistema di elezione a doppio turno, ripartito in 19 collegi, porterà comunque ad accordi tra correnti, risponde: “Coloro che lo sostengono non lo motivano. Tutti chiedevano che l'elezione dei membri del Consiglio andasse circoscritta nei territori, e noi lo abbiamo fatto, cosicché i magistrati apprezzati a livello locale possano essere votati. In un voto nazionale, chi non apparteneva a correnti non aveva possibilità”. 






“Con il nuovo sistema di voto – insiste Bonafede – è praticamente impossibile prevedere l'esito delle votazioni. Saranno possibili fino a quattro preferenze, con obbligo di alternanza di genere e valore ponderato applicato al voto. Così si stroncano i metodi spartitori”. 

E a proposito del sorteggio, il ministro della Giustizia ricorda che “per istituire l'elezione solo tramite sorteggio servirebbe una riforma della Costituzione, ed è evidente che non ci siano le condizioni per farla in Parlamento”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: