CAMPUS ALTA FORMAZIONE, CHEF ROMITO ASCOLTATO IN REGIONE. TESTA (FDI): “PROGETTO RIVOLUZIONARIO”

9 Novembre 2021 17:22

Regione - Politica

L’AQUILA – Lo chef Niko Romito, tre stelle Michelin, è stato ascoltato in audizione dalla Commissione Bilancio del Consiglio regionale d’Abruzzo che lo ha convocato per illustrare il discusso progetto del Campus di ricerca alta formazione che dovrebbe sorgere a Castel di Sangro (L’Aquila).

Il “Campus Ricerca e Alta Formazione” di Romito è salito alla ribalta delle cronache per le polemiche politiche sollevate a seguito di un progetto di legge regionale, poi non approvato, che intendeva destinare 1,6 milioni di euro, prelevati le risorse dai fondi non utilizzati del microcredito Fse, una questione che ad inizio anno ha già spaccato il centrodestra che guida la Regione Abruzzo, in particolare per lo stop della Lega. In una recente riunione di maggioranza, però, il tema è stato riproposto e il carroccio avrebbe detto sì a patto che vengano sbloccati contributi a favore dei ristoratori per l’emergenza covid, in modo da dare un segnale di vicinanza anche ai piccoli imprenditori, raccogliendo l’appello di associazioni datoriali e sindacali Agci, Casartigiani, Cia, Claai, Cna, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Legacoop, Cgil, Cisl, Uil e Ugl

“Oggi l’Abruzzo ha potuto ascoltare direttamente dalle parole di Niko Romito – in sede di sua audizione in Commissione Bilancio – la qualità e lo spessore del progetto del Campus di Ricerca e Alta formazione che questo governo regionale ha sempre inteso supportare. E soprattutto, oggi, gli abruzzesi hanno avuto la possibilità di comprendere appieno quanto le polemiche , montate ad arte per mesi da alcuni consiglieri, non avessero motivo di esistere”, scrive in una nota il capogruppo di FdI in Consiglio regionale, Guerino Testa.

“E anzi, torno a ripetere, che nessuno mai doveva e dovrà azzardarsi a mettere al centro di una disputa politica una eccellenza abruzzese, qualsiasi essa sia. Di fronte a cotanta maestria di contenuti, di merito e  di obiettivi –  a tutto vantaggio della nostra regione – finalmente questa mattina abbiamo assistito, in aula, all’accoglimento unanime di un progetto pregevole, il primo in Italia capace di affrontare i grandi temi –  dal cibo sostenibile e dalla sostenibilità economica ed ecologica all’economia circolare, dalla riduzione degli sprechi alimentari alla formazione dei più giovani ad una corretta alimentazione –  oramai essenziali se vogliamo dare una chance di futuro alla Terra, partendo anche dal nostro Abruzzo. Niko Romito – ben 11 ristoranti, in Europa e non solo –  con il suo metodo di intelligenza nutrizionale ce lo invidia e corteggia il mondo intero”.

“Il suo è un protocollo di cucina, in grado di rivoluzionare l’educazione alimentare e di progettare nuovi format adatti alle diverse utenze, compresi i pazienti ospedalizzati e gli studenti che usufruiscono delle mense scolastiche. A scanso del minimo dubbio ribadisco con fermezza e ambizione che la Regione Abruzzo resta al suo fianco e che il Campus rappresenterà l’emblema dell’Abruzzo del cambiamento”, conclude Testa.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: