CAMPUS SEQUESTRATO A PIZZOLI: ”CAPARRE SARANNO RESTITUITE”

di Giorgio Alessandri

4 Gennaio 2011 19:25

L’AQUILA – Saranno restituite a partire da questo primo mese del 2011 le somme versate a titolo di caparra dagli studenti del campus universitario di Pizzoli (L’Aquila) “Giulia Carnevale” sequestrato l’8 ottobre scorso dal Corpo forestale dello Stato per violazioni delle norme urbanistiche e dei vincoli paesaggistici nella realizzazione delle palazzine destinate ad ospitare gli studenti.

La rassicurazione giunge da Giulio Carnevale, papà della giovane ciociara scomparsa a causa del terremoto del 6 aprile 2009 e a cui è intitolata la struttura, dopo le proteste di alcuni studenti che reclamavano i 570 euro versati nei mesi precedenti il sequestro.
Sulla pagina facebook “Campus Pizzoli” c’è addirittura chi ha palesato l’intenzione di ricorrere alle vie legali per recuperare i soldi:

“Alcuni di noi si sono mossi un mese fa tramite l’avvocato dell’Udu (unione degli universitari), abbiamo firmato una procura, e siamo un gruppo di ragazzi, che delega quest’avvocato a richiedere i nostri soldi ed eventualmente danni, ovviamente hanno tempo 2 mesi per rispondere, mi sono informata e potete ancora aggiungervi alla lista delle procure. Per sapere come fare contattatemi e vi dico a chi rivolgervi!” è il messaggio lasciato in bacheca da una giovane, Carla Amèlie Buccella, il 24 novembre scorso.

“Le caparre saranno restituite da gennaio a chi le ha versate ad ottobre, a febbraio a chi le ha versate a novembre e così via. In tutto sono 63 i giovani che hanno chiesto indietro i soldi, dei quali 22 hanno cambiato città e Ateneo. Gli altri 180 non li hanno reclamati perché ancora sperano che la situazione si possa sbloccare e possano tornare nel campus.

Sulle modalità di restituzione, inoltre, Carnevale ha sottolineato che “bisognerà accertare anche quali studenti dopo il sequestro sono entrati nella ex caserma Campomizzi. Devo confrontarmi con il commissario dell’Adsu, Francesco D’Ascanio, per capire se quelle somme devono essere versate all’ente per il diritto allo studio o devono essere restituite direttamente ai giovani”.

Sul futuro del campus sequestrato Giulio Carnevale si è detto ottimista: “Da quel che so il sindaco del Comune di Pizzoli, Angela D’Andrea, si sta battendo molto perché l’area venga restituita all’ospitalità degli universitari.  Tra l’altro, durante l’alluvione di inizio dicembre, quella è stata l’unica area a non avere problemi dal punto di vista degli allagamenti”.




Sul sequestro del campus il 26 ottobre scorso si era espresso il Tribunale del Riesame dell’Aquila, bocciando il ricorso della ditta Fer Srl che ha realizzato la struttura, mantenendo i sigilli sull’intera area situata in località Cavallari.

ARTICOLI CORRELATI:

CAMPUS PIZZOLI: STUDENTI IN RIVOLTA PER MANCATO DISSEQUESTRO

IL CAMPUS DI PIZZOLI RIMARRA’ CHIUSO

FORESTALE SEQUESTRA CAMPUS A PIZZOLI UNDICI INDAGATI

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: