CAPOBIANCO (CONFLAVORO): “IN ABRUZZO IL REDDITO DI CITTADINANZA E’ COSTATO 843 MILIONI”

5 Marzo 2024 12:25

Regione - Lavoro

PESCARA – 843,8 milioni di euro sugli oltre 34,5 miliardi piovuti in tutta Italia. Tanto è costato il reddito di cittadinanza in Abruzzo, da aprile 2019 a dicembre 2023, coinvolgendo un numero di nuclei familiari percettori che nel tempo è peraltro aumentato, passando dai 23.334 degli esordi fino ai 25.657 risultanti al momento della chiusura della misura. I dati sono stati elaborati dal Centro Studi di Conflavoro.





“Sono solo 3.679 in meno rispetto agli inizi le persone effettivamente coinvolte nella misura dopo quasi 4 anni di vita – spiega Roberto Capobianco, presidente nazionale di Conflavoro – essendo passati dai 52.096 beneficiari iniziali ai 48.417 del 2023. Va da sé che è mancato un piano concreto di accompagnamento al lavoro, di politiche attive che garantissero sia la formazione propedeutica all’ingresso nel mercato sia l’incentivazione necessaria alle imprese per assumere i percettori”.





“Una responsabilità che non è legata ai territori ma alle politiche nazionali di quegli anni che, evidentemente, si sono rivelate del tutto sbagliate. Confidiamo che i più serrati controlli sull’assegno di inclusione, e in generale le premesse della nuova misura, possano finalmente indirizzare l’Abruzzo verso quello sviluppo occupazionale e imprenditoriale che necessita, permettendo ai percettori occupabili di conquistare quella dignità finora mancata loro”, conclude Capobianco.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: