CARCERE PESCARA: SIT-IN SINDACATI, ‘ DOPPIO DEI DETENUTI PREVISTI E CARENZE PERSONALE”

6 Dicembre 2019 13:48

PESCARA  – Una rappresentanza degli agenti della Polizia Penitenziaria in servizio nella casa circondariale San Donato di Pescara ha dato luogo questa mattina, nei pressi della Prefettura, ad un sit-in di protesta contro la direzione del carcere pescarese, lamentando numerose problematiche riguardanti il lavoro. La protesta ha riguardato sei sigle sindacali (Osapp, Uspp-Ugl, Fns-Cisl, Uilpa Pp, Sinappefsa-Cnpp), in rappresentanza del 75% degli agenti.

Nel carcere San Donato, come hanno spiegato i sindacalisti ci sono attualmente detenute 410 persone, a fronte dei 280 previsti, con una carenza di personale del 25%.

I rappresentanti degli agenti della Polizia Penitenziaria sono stati poi ricevuti dal Prefetto Gerardina Basilicata che ha ascoltato le istanze degli agenti






“I motivi della protesta sono ormai noti, e vanno dalla cronica carenza di personale – ha spiegato Sabino Petrongolo Uspp Ugl – alla non organizzazione del lavoro che ci porta a svolgere dei turni estenuanti fino a ben oltre l'orario consentito. Il personale è allo strenuo anche perché, a tutto questo, si unisce un sovraffollamento esagerato della popolazione carceraria e una commistione di detenuti psichiatrici con il resto dei detenuti che nelle sezioni non possono coesistere”.

Il segretario provinciale dell'Osapp, Marcello Ascenzo ha sottolineato come “è arrivato il momento che la direzione del San Donato si faccia garante delle nostre problematiche perché c' è una carenza di personale elevata, ma non elevatissima, a cui si potrebbe far fronte con una nuova riorganizzazione del lavoro, tendente al recupero di personale nei vari turni di servizio, cosa che l'amministrazione locale non ha inteso fare è in luogo di tutto ciò ha previsto una organizzazione dell'orario di servizio su tre quadranti orari di otto ore, invece delle sei ore previste da contratto. Tutto questo ha di fatto aggravato quella che è la condizione lavorativa del personale, imponendo un orario di servizio non contrattato e non previsto, con riflessi sui riposi e sulle ferie”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!