INCONTRO IN SERATA TRA CONCESSIONARIA STRADA DEI PARCHI E MINISTERO DEI TRASPORTI DOPO CRITICITA' EVIDENZIATE SU PERIODO SOSPENSIONE

CARO PEDAGGI A24-A25: ACCORDO SDP-MIT, TARIFFE CONGELATE FINO A DICEMBRE 2020

22 Novembre 2019 22:07

ROMA – Manca l'ufficilità ma, seguito delle criticità evidenziate ieri sera da Strada dei Parchi dopo l'approvazione in Commissione Ambiente dell'emendamento per bloccare l'aumento delle tariffe sulle autostrade A24 e A25, il ministero dei Trasporti e Sdp sembrano aver trovato un accordo nel corso di un incontro che si è tenuto questa sera.

L'aumento dei pedaggi, fino al 20 per cento, sarebbe dovuto scattare il primo dicembre ma, grazie all'approvazione dell'emendamento in sede di discussione sul Decreto Sisma, le tariffe resteranno congelate fino al 31 dicembre 2020 grazie alla sospensione del pagamento della rata annuale di circa 56 milioni che Sdp dovràcomunque versare ad Anas a fine concessione.

Anche se l'accordo non è stato ancora siglato sembra essere stati superati i problemi evidenziati da Sdp che, ieri sera, in una nota, aveva precisato come “l’emendamento approvato in Commissione, che sterilizza le tariffe per un solo anno, non corrisponde agli accordi intercorsi che prevedevano, anche d’intesa con l’Anas, il blocco delle tariffe per due anni. Ci impegneremo affinché l’intesa iniziale possa venire recepita prima dell’approvazione finale nell’interesse dell’utenza e del territorio”.

Un accordo raggiunto 9 giorni prima della data ultima per scongiurare gli aumenti, un'operazione coordinata dalla deputata Pd, Stefania Pezzopane, relatrice del Decreto Sisma, che ha sintetizzato in un'unica misura una serie di emendamenti presentati in precedenza da diversi partiti.

“Come relatrice ed in accordo col governo ho proposto una riformulazione degli emendamenti presentati dai diversi gruppi politici. Il via libera alla riformulazione nel Decreto sisma blocca il previsto rincaro del 19 per cento. Grazie a tutti i parlamentari che hanno accolto la mia proposta di riformulazione”, ha commentato Pezzopane.  

“Grazie a questo emendamento – ha spiegato Pezzopane – le autostrade abruzzesi potranno utilizzare la rata Anas sospesa che permetterà di prolungare la sospensione degli aumenti. La garanzia di questa soluzione, per la quale ringrazio la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli, il vice ministro dell’Interno Vito Crimi ed il sottosegretario Gianluca Castaldi permette immediatamente un accordo per la sospensione degli aumenti. Anche in questa occasione governo e maggioranza hanno dimostrato di essere attenti alle esigenze dei territori e alle preoccupazioni manifestate dagli amministratori”.

Il congelamento delle tariffe è legato all'approvazionee del Pef, Piano economico-finanziario, di 3 miliardi e 100 milioni di euro per i lavori di messa in sicurezza antisismici delle strutture autostradali, predisposto dall'ex ministro grillino, Danilo Toninelli, validato da Consiglio superiore dei lavori pubblici e autorità di regolazione dei Trasporti, con il via libera del Cipe. Il documento è però ancora la vaglio dell'Europa.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: