CASO QUAGLIERI: OPPOSIZIONI ASTENUTE SU SURROGA, CENTRODESTRA VOTA SI’ E CONFERMA COMPATIBILITA’

16 Aprile 2024 14:20

Regione - Politica

L’AQUILA –  Le opposizioni del centrosinistra e M5s si sono astenute, questa mattina in sede di giunta delle elezioni, composta dagli stessi capigruppo di tutti i partiti, sulla surroga di Maria Assunta Rossi, entrata in consiglio come prima dei non eletti nel collegio provinciale dell’Aquila alle elezioni del 10 marzo, al posto del nominato assessore al Bilancio e Personale Mario Quaglieri, di Fdi, campione assoluto di preferenze, e questo perché occorre attendere il parere dell’Autorità nazionale anticorruzione, l’Anac, a cui il Partito democratico ha presentato esposto, per fare chiarezza sulla presunta incompatibilità di Quaglieri.

Oggetto del contendere è il suo essere stato infatti nella passata legislatura, e anche in questa, sia medico chirurgo al servizio di cliniche private, sia consigliere regionale e assessore al Bilancio, e ancor prima, nella passata legislatura, anche presidente della commissione Sanità.

La maggioranza di centrodestra invece ha tirato dritto, sostenendo implicitamente lo status di compatibilità dell’assessore, ratificando tutti e cinque nominativi dei candidati alle ultime elezioni regionali che andranno a sostituire i consiglieri eletti in prima battuta, ma poi nominati assessori, tra cui appunto Maria Assunta Rossi.

Ora ci sono 30 giorni di tempo a partire da oggi, per convalidare gli eletti, in questo arco temporale, spiega ad Abruzzoweb Silvio Paolucci, capogruppo del Pd, “in attesa delle deduzioni dell’Anac, il Pd ha chiesto tutta l’istruttoria da parte degli ufficio legislativo del consiglio regionale , e ulteriori documenti presso le cliniche private dove Quaglieri ha prestato e presta servizio. La faccenda insomma non  è affatto conclusa, anzi si apre oggi, e per quanto ci riguarda ci sono ragioni di incompatibilità da accertarsi in via conclusiva”.





I nomi degli altri quattro “surroganti” sono lo ricordiamo, Carla Mannetti per la Lega (Circoscrizione L’Aquila), al posto di Emanuele Imprudente; Marilena Rossi per Fratelli d’Italia (Circoscrizione Teramo), al posto di Umberto D’Annuntiis, Antonietta La Porta per Forza Italia (Circoscrizione L’Aquila), al posto di Roberto Santangelo e Francesco Prospero per Fratelli d’Italia (Circoscrizione Chieti), al posto di Tiziana Magnacca.

La Conferenza dei Capigruppo ha ancor prima convalidato la proposta del presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, stabilendo per il prossimo martedì 23 aprile, la data della nuova seduta dell’assemblea legislativa.

La bozza dell’ordine del giorno visionata dai Capigruppo, prevede la presentazione delle linee programmatiche di governo da parte del Presidente della Giunta e la presa d’atto delle surroghe che darà il via libera all’accesso in Consiglio di cinque nuovi Consiglieri regionali.

Domani, nel corso dell’Ufficio di Presidenza, si procederà all’atto di proclamazione dei Consiglieri surroganti, sarà poi nel Consiglio regionale del 23 aprile che verrà confermata la presa d’atto degli eletti. I cinque nuovi Consiglieri entreranno ufficialmente in carica dal giorno dopo la seduta.





Altro passaggio decisivo in queste ore, soprattutto per il presidente Marsilio, è trovare la non facile quadra nell’attribuzione del posto di sottosegretario di giunta, che nei piani iniziali dovrebbe andare a Daniele D’Amario di Forza Italia, minimo sindacale, assieme all’assessorato per Roberto Santangelo, e alla presidenza del consiglio per Lorenzo Sospiri, alla luce del 13,4% preso il 10 marzo. Ma anche la Lega, che ha preso il 7,5% non si accontenta del solo assessorato, uro con la vicepresidenza della Regione, per Emanuele Imprudente. E allora la partita, per accontentare tutti si dovrà spostare necessariamente sulle presidenze delle commissioni permanenti, a cominciare da quelle più pesanti che sono la prima commissione Bilancio e la quinta commissione Salute, Lavoro e Cultura. Con prima scelta che sarà garantita alla Lega, a favore di Vincenzo D’Incecco o di Carla Mannetti.

Per Fdi candidato il pole position è Paolo Gatti, secondo più votato in assoluto il 10 marzo, e poi Nicola Campitelli e Leonardo D’Addazio, per Forza Italia c’è Emiliano Di Matteo e Antonietta La Porta.

La giunta delle elezioni, presieduta dal riconfermato presidente del consiglio regionale Sospiri, è composta, oltre che da tecnici, dai capogruppo in consiglio regionale Massimo Verrecchia (Fratelli d’Italia), Emiliano Di Matteo (Forza Italia), Vincenzo D’Incecco (Lega), Luciano Marinucci (Marsilio presidente), Marianna Scoccia (Noi Moderati), Luciano D’Amico (Gruppo misto minoranza), Silvio Paolucci (Partito democratico), Francesco Taglieri (Movimento 5 stelle),  Giovanni Cavallari (Abruzzo Insieme), Enio Pavone (Azione) e Alessio Monaco (Verdi e Sinistra).

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: