CELANO, BOMBE CARTA SOTTO AUTO: C’E’ UN INDAGATO. IL LEGALE: “ESTRANEO AI FATTI”

31 Gennaio 2021 08:13

CELANO – Avrebbe avuto un ruolo nelle esplosioni delle bombe carta piazzate sotto le auto di due imprenditori celanesi.

Così G.B., 53 anni, di Celano è stato iscritto nel registro degli indagati: minacce e danneggiamento sono le ipotesi di reato contestate le Procura di Avezzano. Gli inquirenti sospettano che il 53enne possa aver agito con dei complici.

Tra l’indagato e i due imprenditori Francesco Paris e Simplicio Lumacone, spiega Il Centro, ci sarebbero vecchie ruggini, sfociate in passato anche in un acceso litigio. Sospetti che i carabinieri del nucleo radiomobile hanno avuto fin dall’inizio.




“Il mio assistito si dichiara totalmente estraneo ai fatti contestati – ha spiegato a Info Media News l’avvocato di G.B., Lucio Cotturone – Inviterei gli investigatori a non concentrarsi solo su questa pista e ad allargare lo spettro investigativo a 360 gradi, altrimenti potrebbero restare con il cerino in mano. Si sta perdendo l’occasione di percorrere piste più valide”.

Le esplosioni sono avvenute nella notte tra il 5 e il 6 gennaio a distanza di dieci minuti l’una dall’altra, la prima in via Giuseppe del Pezzo, la seconda in via del Sagittario nel quartiere Coste Aia, che dista circa 300 metri dal luogo del primo scoppio. Gli ordigni rudimentali sono stati piazzati sotto le auto di Paris e Lumacone, un’Audi A4 e una Mercedes Classe A. I due sono titolari della Kolbert 2000, azienda specializzata nella rivendita di piastrelle, sanitari e arredobagno, con sede lungo la Tiburtina Valeria.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!