CELLINO ATTANASIO: SABATO EVENTO “LA TERRA DI CHI LA COLTIVA, DIFENDIAMO LE ZONE INTERNE”

10 Novembre 2022 10:41

Teramo - Economia

TERAMO – “La terra è di chi la coltiva. Difendiamo le zone interne”,  questo il titolo dell’evento del Collettivo Malelingue che si svolgerà sabato pomeriggio a Cellino Attanasio, in provincia di Teramo, pensato per riflettere attraverso incontri e laboratori, sulla condizione delle zone interne dell’Abruzzo e non solo, tra criticità e nuove prospettive.

 LA NOTA 

Pascoli abbandonati e una pioggia di milioni dall’Europa. Gli sporchi affari di mafiosi e speculatori a danno della montagna. Prestanomi e società fittizie, intimidazioni e un mondo opaco e criminale.

È ciò che viene fuori dal racconto coraggioso della professoressa Lina Calandra, docente di Geografia presso L’Università Degli Studi de L’Aquila, che ha condotto una lunga ricerca sul campo, svelando come le nostre montagne incontaminate siano infiltrate da organizzazioni criminose.

Un sistema altamente organizzato che si è fatto strada tra minacce più o meno velate, con la complicità a diversi livelli, permettendo ad aziende che arrivano da fuori regione di predare i nostri pascoli per intascare i fondi comunitari.

Si tratta di aziende fantasma che non generano alcuna ricchezza per il territorio, non sviluppano l’agricoltura, ma ingurgitano profitti milionari che, come tutti i profitti di mafia, spariscono e niente lasciano alla gente, al territorio, alla vera agricoltura e alla pastorizia.

Difendere la montagna, creare uno sviluppo sostenibile, aprire possibilità a giovani agricoltori o pastori: questi devono essere gli assi su cui progettare il futuro delle zone interne.

Gli appuntamenti della giornata:

Ore 16:00 – “Quattro passi nel folklore”

Con il Dr. Antiaccademico Domenico di Felice

Incontro presso sede Associazione L.n.D. alle ore 15.30 e partenza puntuale ore 16.00

L’occasione di un giro in un piccolo borgo è la scusa per raccontare storie ancestrali che tornano sempre uguali eppure diverse, nel dipanarsi delle spire dei secoli, sulle orme di chi le strade le percorre sul serio…

Ore 17:00 – “Cartografie del margine”

Laboratoria per immaginare aree interne abitabili per tuttə, a cura di Alessandra Passeri e Caterina Rapini.

Per informazioni contattare via e-mail [email protected] oppure su facebook o instagram Collettivo Malelingue

Le aree interne sono luoghi abitabili? Quanto sono abitabili per tutte le differenze che le attraversano?

Quando si parla di entroterra spesso ci si imbatte in una narrazione che investe questi luoghi di un’aurea poetica e romantica, rendendoli custodi di una vita autentica e genuina.

E allora perché vengono abbandonati? Perché risultano invivibili, soprattutto per persone giovani, soprattutto per chi si sente messə ai margini?

Proviamo a dare voce a questi interrogativi insieme, in una laboratoria in cui tracciare le cartografie dei margini che abitiamo, e provare a immaginare come li vorremmo.

Ore 18:00 – “La mafia dei pascoli”

Incontro con Lina Calandra, docente di Geografia presso L’Università Degli Studi de L’Aquila

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: