CENTRI DIURNI L’AQUILA SENZA FONDI: PIETRUCCI, ”FIORETTI E’ PONZIO PILATO”

14 Agosto 2020 09:20

L'AQUILA – “Una toppa peggiore del buco e una risposta pilatesca: questo è il succo delle parole con cui l’assessore Fioretti affronta le mie critiche sui Centri Diurni nella provincia dell’Aquila. Prosegue lo scontro tra il consigliere regionale del Partito democratico Pierpaolo Pietrucci e l'assessore al sociale e lavoro Piero Fioretti della Lega, sul mancato rinnovo dell’Atto di Convenzione tra la Asl e le associazioni di volontariato del comune dell’Aquila e sul fatto che da cinque mesi le associazioni di volontariato “Abitare Insieme”, “APTDH Onlus”, “Associazione italiana persone down – sezione dell’Aquila”, “Comunità 24 luglio Onlus” e “180 Amici” non riescono a garantire l’indispensabile assistenza alle persone disabili.

Fioretti aveva replicato a Pietrucci che la questione dei centri diurni per disabili riguarda l'assessorato alla Sanità, non il mio”.

Assicurando però che “l’Assessorato alle politiche sociali sta lavorando da tempo ad una riforma che agevoli sinergie tra la sanità e il sociale e vede nelle realtà presenti nel territorio l’esperienza necessaria per avviare i primi interventi pilota. Stiamo cercando di dare finalmente attuazione alla Legge 328/2000 che merita dopo tanti anni di essere applicata anche in Abruzzo. Il tono polemico del consigliere Pietrucci è fonte di energia e ci induce a proseguire nella giusta direzione: assicurare agli utenti più deboli l’intervento socio-sanitario necessario, integrato con l’avvio al lavoro e con una inclusione sociale concreta”.





Afferma dunque Pietrucci: “il punto è drammaticamente e tristemente chiaro: scaricando le proprie responsabilità su altri assessorati o sul Governo nazionale, poi è costretto ad ammettere che il tema è di sua competenza e allora si perde in un mare di chiacchiere in cui si dichiara attento, sensibile, disponibile… col risultato di non produrre un benché minimo atto concreto in grado di assicurare l’attività delle Associazioni per l’assistenza ai disabili che non essendo accreditate non riescono ad operare”. Conosco benissimo, da tempo e da vicino, questa dolorosa situazione e per questo ho promosso – l’ho promosso io, non l’assessore Fioretti – un emendamento finanziario al “Cura Abruzzo 2”, come primo atto di sostegno alle Associazioni. Ma è stato subito evidente che le risorse non erano sufficienti”.

“E dunque poiché all’Aquila non ci sono Centri Diurni accreditati, la Regione oltre a rinnovare le Convenzioni deve intervenire con fondi aggiuntivi. Il vice presidente Imprudente ha ricevuto una copiosa e completa documentazione a riguardo, conosce il problema e l’urgenza di intervenire. La Regione deve fare un Bando e mettere a disposizione tutte le risorse necessarie. Punto. Spero che l’assessore Fioretti dedichi a quest’unica e concreta soluzione le sue energie. Così potrà evitare di polemizzare inutilmente con me per concentrarsi su un tema di straordinaria urgenza e civiltà”, conclude Pietrucci.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!