CHIETI: PRESEPE NAPOLETANO DEL ‘700 A PALAZZO DE MAYO, ”NOSTRI TERRITORI RICCHI DI ARTE E TRADIZIONE”

Autore dell'articolo: Stefania Pazienza

9 Dicembre 2019 09:36

CHIETI – Inaugurata a Chieti, a palazzo de' Mayo, sede della Fondazione Banconapoli, la mostra “Il presepe Napoletano del '700. Tra illuminismo, arcadia e valori identitari” curata dell'associazione Presepistica Napoletana e organizzata dalla Fondazione Banco di Napoli.

Esposte tra il cortile e il primo piano del palazzo, otto teche del presepe settecentesco napoletano dallo straordinario valore artistico con personaggi dell'epoca o luoghi di lavoro, ma che contengono anche strumenti musicali, coltelli e ceramiche.

“I nostri sono territori ricchi di arte e tradizione – sottolinea Rossella Paoliotto, presidente della Fondazione Banco di Napoli – abbiamo creato una straordinaria sintonia con suoni e abiti locali, recuperando così la memoria e ripartendo dalla cultura come strumento di confronto e libertà”.

Zampogne e ciaramelle hanno risuonato all’interno e all’esterno di Palazzo de’ Mayo, come colonna sonora dei balli tipici della tradizione abruzzese nell’ottica di avvicinare Campania, Abruzzo e Molise. Una vera e propria festa, per vivere al meglio le festività natalizie in nome della cultura e della solidarietà Umberto di Primio, sindaco del Comune di Chieti ha inoltre ribadito come questa mostra custodisca le antiche tradizioni, dando così la possibilità al territorio di riappropriarsi del proprio ruolo, difendendo le eccellenze. Sono state poi sottoscritte tre importanti convenzioni a scopo culturale e sociale con altrettante Fondazioni e Associazioni.

Quello con la Fondazione Aria, presieduta da Alessandro Di Loreto, finalizzata a innovare la figura dell’imprenditore come protagonista del progresso sociale, quella con la Fondazione Molise Cultura presieduta da Antonella Presutti volta a valorizzare il patrimonio storico-artistico del Molise favorendo strategie comuni con un occhio particolare al Terzo Settore, infine quella con l’associazione AltroSud, presieduta da Domenico Ferraro, con cui l’archivio sonoro delle tradizioni orali di Abruzzo e Molise viene reso fruibile nella sede di Palazzo de’ Mayo.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: