CHIUDE FILIALE BANCA: A FARINDOLA IN 1.500 SENZA BANCOMAT

6 Ottobre 2021 17:46

Pescara: Cronaca

FARINDOLA – A Farindola, centro dell’alta area vestina, in provincia di Pescara, è arrivato l’addio all’ultimo bancomat, con lo sportello Atm trasferito a 20 chilometri di distanza dal piccolo centro montano.

Una brutta notizia per i residenti di Farindola, che da oggi non potranno avere più il servizio Atm.

L’unica banca rimasta sul territorio, non ha risposto positivamente all’amministrazione comunale che ha tentato fino all’ultimo di convincere l’istituto di credito a tenere operativo l’unico bancomat disponibile in paese. Da oggi il bancomat non è più operativo e il 10 ottobre la banca toglierà la sede.

“Abbiamo chiesto un incontro alla Banca Popolare di Bari per cercare una soluzione ma non ci hanno risposto”, ha spiegato il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta.

“Lasciare un territorio con oltre 1.500 abitanti – che d’estate arriva a tremila – senza uno sportello bancomat è un atto grave per la comunità” ha aggiunto il primo cittadino. L’amministrazione comunale ha chiesto e ottenuto un incontro urgente con il Prefetto Giancarlo Di Vincenzo per l’8 ottobre per tentare una soluzione.

“Ci auguriamo che il Prefetto ci aiuti a trovare una strada” ha detto il vicesindaco, Luca Labricciosa.

“Nel frattempo – ha detto ancora il vicesindaco – abbiamo tentato di risolvere la questione con Poste che si è resa disponibile ad aprire un Postamat, ma i tempi restano incerti”.

Al momento, dunque, i cittadini di Farindola sono costretti a un lungo percorso per prelevare contanti dai propri conti correnti.

“La soluzione prospettata da Banca Popolare di Bari è quella di trasferire i conti alla filiale di Penne – precisa il vicesindaco – Proposta inaccettabile in quanto – e penso alle persone anziane – dovrebbero fare 40 chilometri tra andata e ritorno per un semplice prelievo contanti”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: